‘VIENI VIA CON ME’: AVVENIRE, FATE PARLARE I CONTRARI A EUTANASIA

‘VIENI VIA CON ME’: AVVENIRE, FATE PARLARE I CONTRARI A EUTANASIA

(AGI) – Roma, 24 nov. – “Dopo la puntata del 15 novembre, vero e proprio inno alla morte e spot all’eutanasia, ci si aspettava spazio per le altre voci” e invece la terza puntata di ‘Vieni via con me’ è stata “il trionfo del non detto”. ‘Avvenire’ torna a criticare la trasmissione di Fazio e Saviano, chiedendo che, dopo gli interventi di Englaro e Welby, vengano fatti parlare “i protagonisti di una lotta quotidiana per il diritto alla vita”, “chi da quei proclami apertamente o velatamente eutanasiaci si era sentito umiliato e negato”. Nell’articolo, Lucia Bellaspiga chiede che vengano ad esempio sentiti i genitori di Max Tresoldi, che dopo 10 anni di stato vegetativo è sveglio e racconta cosa ha provato. E conclude con un appello a Fazio e Saviano: “Lunedì prossimo fate finalmente la cosa giusta. Signori della Rai, fateli parlare”. (AGI) Ing

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on Google+

Articoli correlati

La Regione Lazio presenta le azioni per l’editoria. Zingaretti: obiettivo ridare dignità al settore, sostenendolo

Priorità nel continuare a promuovere la lettura di libri, dice Pietro Grasso al convegno Il libro digitale

Pearson taglia 4 mila posti di lavoro. Annunciato il piano di ristrutturazione da mezzo miliardo di dollari