Televisione

26 novembre 2010 | 9:45

FAZIO-SAVIANO: SANTORO, NON SI DICA CHE FACCIO LA VITTIMA

FAZIO-SAVIANO: SANTORO, NON SI DICA CHE FACCIO LA VITTIMA
MA E’ EVIDENTE CHE CI SONO PROBLEMI PER CHI RACCONTA REALTA’
ROMA
(ANSA) – ROMA, 25 NOV – “Nonostante tutto quello che è successo oggi, siamo ancora qui tranquillamente a fare la trasmissione. Spero che non si dica che io ami fare la vittima: avete sentito cosa hanno dichiarato Saviano e Fazio, che non accetteranno l’imposizione di una rettifica dentro il programma, e avete sentito la telefonata a Ballarò del presidente del Consiglio. Comunque giudichiamo questi episodi, è evidente che ci sono problemi per chi vuole raccontare la realtà . Ma non mi preoccupo né faccio la vittima”. Con un riferimento ai due casi Rai più discussi di questi giorni Michele Santoro ha aperto stasera la puntata di Annozero, dedicata alla trattativa tra Stato e mafia e alla condanna in appello di Marcello Dell’Utri. “Ero nell’elenco dei condannati a morte indicati dai corleonesi – ha detto ancora Santoro – ma non ho mai chiesto attenzioni particolari: ho fatto sempre il mio lavoro e così fino a quando potrò. Le vere vittime sono altre, e non dobbiamo dimenticare, come Claudio Traina, un agente della scorta di Borsellino”. Quanto alla vicenda Dell’Utri, “se vogliamo costruire un’Italia diversa – ha detto tra l’altro Santoro – dobbiamo metterci le stragi alle spalle. Possiamo farlo anche se semplicemente cancelliamo il sospetto che la politica usi il suo potere per cancellare la verità ”. (ANSA).
MAJ/ S0A QBXB