Comunicazione, TLC

26 novembre 2010 | 12:23

TELECOM: NESSUNA NOVITA’ SU EMISSIONE BOND FINO 2 MLD

TELECOM: NESSUNA NOVITA’ SU EMISSIONE BOND FINO 2 MLD
AUTORIZZATO DA CDA 4 NOVEMBRE IBRIDO CON SCADENZA 60 ANNI
MILANO
(ANSA) – MILANO, 26 NOV – Telecom ha la possibilità  di emettere un prestito obbligazionario non convertibile fino a 2 miliardi, la delega è stata data ai vertici con l’ultimo cda del 4 novembre, ma per ora non ci sarebbero novità  in vista. E’ quanto si apprende da Telecom dopo le indiscrezioni de Il Mondo, secondo il quale una finestra per il lancio poteva essere quella della prossima settimana fino al ponte dell’Immacolata o delle prime settimane del 2011. Nella stessa riunone in cui sono stati approvati i conti trimestrali il presidente ha illustrato la proposta e il cda, come noto dal verbale, ha autorizzato l’emissione di un bond ibrido (uno strumento a metà  strada tra debito e azione) da collocare presso investitori qualificati sull’euromercato entro il 31 marzo 2011, poi le obbligazioni verrebbero quotate alla Borsa del Lussemburgo. L’emissione avverrebbe, in base all’autorizzazione ricevuta, in una o più operazioni, anche in più tranche con scadenza a maggio 2071 e facoltà  di rimborso anticipato. Il prezzo è da fissare ma è già  definito il saggio degli interessi che sarà  fisso nei primi 10 anni e poi variabile fino a scadenza e il pagamento della prima cedola è previsto a maggio 2011. E’ prevista la facoltà  di rimborso anticipato.(ANSA).
BF/ S0A QBXB