EDITORIA: ESAURITO IN EDICOLA IL PRIMO NUMERO DI “THE WEEK”

EDITORIA: ESAURITO IN EDICOLA IL PRIMO NUMERO DI “THE WEEK”

ROMA (ITALPRESS) – “Sì, siamo soddisfatti. Ci aspettavamo un successo, non questo successo”. Mario Adinolfi, direttore del neonato settimanale “The Week” racconta così l’affermarsi in edicola del primo numero del giornale, scritto solo da persone nate dopo il 1 gennaio 1970: “Stamattina ho dato l’ordine di stampare altre copie per rifornire le edicole almeno a Roma e Milano, dopo che il distributore ci ha comunicato l’esaurito tecnico. In pomeriggio speriamo di arrivare già  con i rifornimenti, per soddisfare le richieste. In molti che non ci hanno trovati hanno richiesto l’abbonamento on line, che è stato il nostro ‘pezzo forte’, dato il tipo di pubblico a cui ci rivolgiamo. Credo che domani festeggeremo questo eccezionale risultato, con centotrentamila copie andate bruciate in tre giorni, regalando il pdf del primo numero a chiunque ne faccia richiesta aderendo alla nostra pagina fans su Facebook, che in pochi giorni ha già  raggruppato migliaia di aficionados”. Ma la storia del settimanale costruito in casa da un gruppo di giovani e giovanissimi giornalisti cassintegrati, provenienti dalla sfortunata esperienza della satellitare Red Tv, ha attratto l’attenzione anche oltreoceano. Spiega Adinolfi, che già  quattro anni fa era stato indicato dalla rivista americana Time come ‘una delle dieci speranze della Young Italy’, che “il 7 dicembre arriverà  a filmare la nostra vicenda e il nostro lavoro una troupe cinematografica che sta lavorando a uno splendido film-documentario sulla condizione degli under 40 nel mondo; noi avremo l’opportunità  di rappresentare la condizione italiana attraverso la storia del nostro settimanale, speriamo di rappresentarla al meglio”.

(ITALPRESS).

vas/mgg/com 29-Nov-10 12:34

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on Google+

Articoli correlati

La Regione Lazio presenta le azioni per l’editoria. Zingaretti: obiettivo ridare dignità al settore, sostenendolo

Priorità nel continuare a promuovere la lettura di libri, dice Pietro Grasso al convegno Il libro digitale

Pearson taglia 4 mila posti di lavoro. Annunciato il piano di ristrutturazione da mezzo miliardo di dollari