Editoria

29 novembre 2010 | 12:54

Wikileaks/ Scioccate le diplomazie, Onu: si rispetti l’immunità 

Apc-Wikileaks/ Scioccate le diplomazie, Onu: si rispetti l’immunità 
Frattini accusa Assange di voler distruggere il mondo

Roma, 29 nov. (Apcom) – Uno spartiacque nella storia e nelle relazioni diplomatiche: così gli analisti internazionali definiscono la pubblicazione di oltre 250.000 documenti segreti della diplomazia americana, in cui sono contenuti informazioni e commenti sui principali leader mondiali e da cui emergono le strategie degli uomini di Washington.

In Italia, i documenti in cui Silvio Berlusconi è definito “incapace”, “incline a festini” e “portavoce di Putin in Europa” sono stati bollati come “gossip scadente” dal ministro della Difesa, Ignazio La Russa, mentre il responsabile degli Esteri, Franco Frattini, ha accusato il fondatore di Wikileaks, Julian Assange, di voler distruggere il mondo, dopo aver definito la fuga di notizie come “l’11 settembre della diplomazia”. Anche i media russi hanno puntato l’attenzione sui rapporti tra Berlusconi e Putin, definito sui giornali “il tandem sotto i riflettori”. Dall’entourage del premier russo però non è ancora giunto nessun commento ufficiale alla fuga di notizie.

Le Nazioni Unite non hanno voluto commentare nel dettaglio i documenti, ma hanno ribadito che gli Stati membri devono rispettare “privilegi e immunità ” dei suoi funzionari. Dai file segreti è emerso infatti che gli Stati Uniti hanno chiesto di “spiare” i vertici del Palazzo di vetro e in particolare il segretario generale, Ban Ki-moon.

(segue)

Bat/Sim

291240 nov 10