Editoria, New media

01 dicembre 2010 | 17:20

PIU’ LIBRI PIU’ LIBERI: 6% TITOLI PICCOLI EDITORI IN E-BOOK

ANSA/PIU’ LIBRI PIU’ LIBERI: 6% TITOLI PICCOLI EDITORI IN E-BOOK
I DATI SU FENOMENO E PIATTAFORME ALLA FIERA DI ROMA
ROMA
(di Mauretta Capuano) (ANSA) – ROMA, 1 DIC – I piccoli editori pubblicano il 6% dei loro titoli in formato e-book. Sono infatti 131, in base alle elaborazioni dell’Ufficio studi Aie, le case editrici italiane che hanno in catalogo almeno un titolo in formato e-book in lingua italiana. Di queste, 94 sono piccole case editrici, con un catalogo medio di e-book di 16 titoli. Complessivamente il catalogo che sviluppano è di 1.472 e-book, corrispondente al 6% di titoli che la piccola editoria ha proposto (tra novità  e ristampe) nel 2009. Sono alcuni dei primi dati sul fenomeno e-book che saranno presentati il 6 dicembre a ‘Piu’ Libri più liberì, giorno che la Fiera della piccola e media editoria, che si inaugura il 4 dicembre a Roma, dedica agli e-book con più incontri. Il primo incontro, dedicato a ‘E-book: primi segnali dal mercato’, propone gli ultimi dati aggiornati, a cura dell’Ufficio studi di Aie, dell’anno ’1′ o ’0′ del mercato e-book italiano: dai titoli disponibili in e-book al genere, dal prezzo medio sino al parco device installato. Con in più notizie e aggiornamenti dagli altri mercati. Interverranno Cristina Mussinelli (Associazione Italiana Editori/IDPf) e Mauro Zerbini (IBS). Nel secondo appuntamento si parlerà  invece di ‘Piattaforme di e-book a confronto’, con una ricognizione a 360 gradi su cosa offrono oggi le piattaforme distributive e quale modello di business propongono agli editori, con interventi, moderati da Cristina Mussinelli di Aie, di Marco Croella (Semplicissimus Book Farm), Renato Salvetti (Edigita), Matteo Brambilla (BookRepublic), Livia Senic-Matulia (Webster), Luciano Simonelli (eBooks Italia). L’impatto delle nuove tecnologie non riguarda, e non riguarderà , però, solo le innovazioni di prodotto (e-book o applicazioni) ma anche quelle di processo: distributivo innanzitutto, ma anche nel prestito. A questo, sempre il 6 dicembre, saranno dedicati altri due incontri, sugli e-book: ‘Filiere che si riorganizzano’ con Fernando Mantovani (Business online Feltrinelli) ed Enzo Mazza (Fimi). E ‘Quando l’e-book comincia ad andare in prestitò con un focus sui prestiti bibliotecari di e-book. Interverranno Giulio Blasi (Media Library), Luciana Cumino (Biblioteca civica di Cologno Monzese), Andrea Ferro (Casalini Digital Library). Entrambe le tavole rotonde sono moderate da Giovanni Peresson di Aie. (ANSA).