Editoria

02 dicembre 2010 | 11:21

INFORMAZIONE: DA SCHIFANI E VELTRONI L’ELOGIO DEL LAVORO D’AGENZIA

INFORMAZIONE: DA SCHIFANI E VELTRONI L’ELOGIO DEL LAVORO D’AGENZIA

(ASCA) – Roma, 1 dic – ”Cosa sarebbe l’informazione se non esistessero le agenzie di stampa come fonte primaria, con i loro uomini e inviati che lavorano 24 ore su 24 con grandissimi sacrifici e con i fotoreporter che riescono a trasmettere una notizia solo attraverso un’immagine, una fotografia?”. L’interrogativo viene posto dal presidente del Senato, Renato Schifani, nel corso del suo intervento alla presentazione del libro ‘Photo Ansa 2010′ a Palazzo Giustiniani. A fargli eco, pochi minuti più tardi, Walter Veltroni, che, memore della sua esperienza, ammonisce: ”Gli unici a non poter sbagliare sono proprio i giornalisti delle agenzie, perché, se sbagliano loro, sbagliano tutti. Gli altri possono riflettere e correggere, loro no. E’ la radice dell’albero, ed è questa la ragione per cui il lavoro delle agenzie è vitale”. Altrettanto fondamentali anche ”la loro libertà  e indipendenza – aggiunge Veltroni -. Se è malato il punto di partenza, è malato tutto il sistema”. E rivolgendo poi il pensiero ai fotografi e ai tanti nomi di famossissimi fotoreporter, ma anche alle moltitudini di chi non è così conosciuto, sottolinea: ”Sono la categoria più vilipesa, più insultata e scalciata. E noi che facciamo questo mestiere abbiamo la tendenza a sopportarli a malapena”, ma il loro contributo alla conoscenza, all’informazione, è fondamentale, forse proprio perché concentrata in una sola immagine che entro sé racchiude una storia, un avvenimento.