Editoria, Televisione

09 dicembre 2010 | 12:01

TV: MINEO “RAINEWS PICCOLO CAPOLAVORO, AZIENDA DICA SE CREDE NEL CANALE”

TV: MINEO “RAINEWS PICCOLO CAPOLAVORO, AZIENDA DICA SE CREDE NEL CANALE”

ROMA (ITALPRESS) – “Rai news è un piccolo capolavoro, siamo usciti dal cono d’ombra e ora l’azienda deve decidere se credere nel canale”. Corradino Mineo, direttore del canale “all news” della Rai, ha presentato i successi, non solo in termini di ascolto, che negli ultimi anni, anche grazie al processo di digitalizzazione, Rai news ha raggiunto. Parlando di dati, Mineo ha ricordato che ogni giorno il canale ha “2 milioni di contatti con una crescita di ascolti che negli ultimi anni ha segnato ottimi risultati, soprattutto confrontando il diretto concorrente Sky tg24. Da una media di 2.807 spettatori, nel novembre 2007 – ha continuato Mineo -, siamo passati ai 41.239 del novembre 2010.  Nella settimana del 16 novembre abbiamo superato con 44121 spettatori Sky Tg 24, che si è fermata a 41801 spettatori”. Il direttore di Rai news attribuisce il successo ottenuto dal canale al lavoro della redazione e non solo al digitale terrestre, e “alla capacità  di creare un rapporto forte con il pubblico che ci cerca e protesta quando non ci trova”.  Corradino Mineo ricorda inoltre gli sforzi fatti dalla redazione: “a differenza degli altri tg che possono contare su una presenza di 11 tecnici, noi ne abbiamo solo tre e spesso sono gli stessi giornalisti che montano i servizi. Siamo come un modello produttivo – ha detto il direttore di Rai news- che ha bisogno di costruirsi meglio”.

(ITALPRESS) – (SEGUE).

ror/mgg/red 07-Dic-10 14:23

TV: MINEO “RAINEWS PICCOLO CAPOLAVORO, AZIENDA DICA SE CREDE NEL…-2-

Tra le criticità , anche in rapporto al concorrente Sky Tg 24, Mineo ha individuato “la scarsa presenza sul territorio e per questo ci vorrebbe una collaborazione diretta con le sedi regionali. Il grande successo della rete resta legato all’informazione politica, sulla quale non facciamo sconti a nessuno. Non ci siamo mai preoccupati del pluralismo o della par-condicio e, nonostante ciò, non abbiamo mai ricevuto richiami, non ci nascondiamo e abbiamo avuto sempre rispetto per tutti”. E’ dai successi ottenuti da Rai news che parte l’appello del direttore all’azienda: “ora tocca alla Rai decidere se vuole credere nel canale ‘all news’ – ha spiegato Mineo- o se dobbiamo essere un derivato del Tg1. Oggi per esempio non possiamo trasmettere la diretta dei funerali dei 7 ciclisti travolti a Lamezia Terme perché lo farà  la ‘Vita in diretta’, che tra l’altro non è una testata giornalistica. La Rai ci deve dire se vuole chiudere quest’esperienza- ha concluso Mineo- e trasferire l’informazione locale alle sedi regionali”.

(ITALPRESS).

ror/mgg/red 07-Dic-10 14:23