Comunicazione, Editoria

09 dicembre 2010 | 15:59

EDITORIA: UN VOLUME SU 20 ANNI CASA ITALIANA ZERILLI-MARIMO’

EDITORIA: UN VOLUME SU 20 ANNI CASA ITALIANA ZERILLI-MARIMO’

(AGI) – Milano, 9 dic. – Un volume che celebra i vent’anni di attività  della fondazione della Casa Italiana Zerilli-Marimò di New York, sede un Dipartimento autonomo di Italianistica, tra i più prestigiosi del Nord America. La Casa è ospitata dalla storica palazzina restaurata sulla West 12th Street a Greenwich Village, acquistata vent’anni fa dalla Baronessa Mariuccia Zerilli-Marimò. Alla presentazione, andata in scena questa mattina nella sala dell’Orologio di Palazzo Marino, erano presenti: la Baronessa Mariuccia Zerilli-Marimò; Federica Olivares, presidente di Edizioni Olivares, che ha realizzato il volume celebrativo; Stefano Albertini, direttore della Casa Italiana, e il sindaco di Milano, Letizia Moratti. “Presentare questo volume dedicato ai vent’anni della Casa Italiana Zerilli-Marimò significa ripercorrere le tappe che hanno segnato la realizzazione di un progetto che ha promosso la nostra cultura e l’immagine di Milano nel mondo” ha esordito il sindaco. “Un’eccellenza milanese e newyorchese che ha messo in campo un’azione di dialogo culturale e scientifico che rafforza le relazioni fra Italia e Stati Uniti”. Mariuccia Zerilli-Marimò, alla scomparsa del marito Guido, industriale colto e illuminato, ha voluto creare nella metropoli statunitense una realtà  che potesse aprire ai giovani l’opportunità  di conoscere la ricchezza della cultura italiana. Allora esistevano già  presso la New York University la Maison Franà§aise e la Deutsches Haus, ma non una Casa Italiana. Il centro di diffusione della nostra lingua e della nostra cultura è sede di conferenze, seminari, programmi musicali, mostre, corsi di studio, rassegne cinematografiche che trasmettono ai giovani una conoscenza viva del patrimonio culturale italiano. Come sottolinea il Presidente della Repubblica, Giorgio Napolitano, in apertura del volume celebrativo: “Casa Italiana Zerilli-Marimò è parte essenziale delle relazioni tra Italia e Stati Uniti”. (AGI) Mi4