Editoria, New media

13 dicembre 2010 | 10:54

WIKILEAKS: IN TILT AMAZON, MA LA SOCIETA’ ESCLUDE ATTACCO HACKER

WIKILEAKS: IN TILT AMAZON, MA LA SOCIETA’ ESCLUDE ATTACCO HACKER

(AGI/REUTERS) – Londra, 13 dic. – I siti-web in Europa di Amazon hanno subito un’interruzione di oltre mezz’ora nella notte, ma la società  ha escluso un attacco hacker, spiegando che c’è stato un errore hardware nella sua rete di dati europei. “La breve interruzione dei nostri siti europei di vendita al dettaglio è stata causata da un guasto nell’hardware del nostro ‘datacenter’ europeo e non è stato un tentativo di attacco DdoS”, ha spiegato un portavoce. Amazon è stata tra le prime aziende statunitensi a staccare la spina a Wikileaks, quando la settimana scorsa -all’indomani dell’inizio della pubblicazione di migliaia di documenti diplomatici del Dipartimento di Stato- ha sfrattato l’organizzazione dai suoi server. Il gruppo di hacker ‘Anonymous’ che, con Operation PayBack ha promesso di vendicare Julian Assange, ha sollecitato un attacco in grande stile dai suoi ‘hacktivist’ per travolgere il sito con una valanga di richieste e mandarlo in tilt. Domenica sera Amazon.co.uk, Amazon.de, Amazon.fr e Amazon.es sono tutti andati in tilt per una trentina di minuti fino alle 22:45 ora italiana, quando tutto è tornato alla normalità  (il sito americano Amazon.com è invece rimasto inalterato). Bia