New media, Radio, Televisione, TLC

16 dicembre 2010 | 11:36

EURISPES: ADOLESCENTI ‘ATTACCATI’ A CELLULARE E 17,3% SI INNAMORA ONLINE

EURISPES: ADOLESCENTI ‘ATTACCATI’ A CELLULARE E 17,3% SI INNAMORA ONLINE

(ASCA) – Roma, 16 dic – Usano il cellulare per più di quattro ore al giorno, si divertono giocando con le consolle, ascoltano la musica tramite lettori mp3, bocciando quasi del tutto la radio, e adorano internet: oltre 7 ragazzi su 10 navigano da soli, il 14,8% cerca o scarica materiale vietato e il 17,3% si innamora on-line, anche se ben il 92,3% identifica diversi aspetti negativi legati all’uso di Internet in amore. E’ quanto emerge dall’indagine conoscitiva sulla Condizione dell’Infanzia e dell’Adolescenza in Italia messa a punto da Eurispes e Telefono Azzurro e presentata oggi a Roma. Il questionario adolescenza, finalizzato a delineare l’identikit dell’adolescente, è stato somministrato a ragazzi di età  compresa tra i 12 e i 19 anni, frequentanti la seconda e la terza classe della scuola secondaria di primo grado o una delle cinque classi della scuola secondaria di secondo grado, e sono stati compilati e analizzati 1.594 per l’adolescenza. Gli strumenti tecnologici di più largo utilizzo fra gli adolescenti risultano essere dunque il computer (lo usa il 92,8% del campione) e la televisione (92,7%). Ma accanto ai due media più popolari sbanca il telefonino cellulare: lo usa l’85% dei ragazzi, sebbene resista un 14,2% che ancora non lo possiede. Da sottolineare che un quarto degli adolescenti (24,5%) utilizza il cellulare per oltre 4 ore al giorno. E’ dunque questo lo strumento tecnologico che si presta al consumo più intenso da parte dei 12-19enni. Molto diffuso è anche il lettore Mp3/iPod (70,6%), ma caratterizzato da consumi più contenuti (il 38,1% lo usa al massimo per un’ora al giorno). I dati indicano, in modo abbastanza sorprendente, che ben il 60,7% degli adolescenti non ascolta mai la radio, evidenziando che, almeno per i giovanissimi, questo storico e suggestivo mezzo di comunicazione è stato oggi messo in secondo piano da tecnologie più moderne, senza dubbio da lettori Mp3 e iPod, ma anche da Internet. Sebbene siano meno diffuse che fra i bambini, le consolle per videogiochi hanno comunque fatto segnare nell’ultimo anno un vero boom fra gli adolescenti: nel 2009 non le usava il 68,9% del campione, quest’anno solo il 42,8%, segno del fatto che l’offerta nel settore è stata particolarmente ricca e capace di intercettare i teenagers. La maggior parte dei ragazzi tende a utilizzare da sola quasi tutte le apparecchiature tecnologiche. In particolare, usa Internet da solo il 72,7% del campione, mentre il 13,5% naviga con gli amici. Appena il 4,5% lo fa con i genitori. Gli adolescenti utilizzano Internet soprattutto per cercare informazioni di loro interesse (lo fa l’83,1% dei navigatori), guardare filmati su YouTube (81,3%), chattare (78,1%), utilizzare Social Network (78%), scaricare musica/film/giochi/video (75,3%), cercare materiale utile per lo studio (72,9%). La netta maggioranza usa anche la posta elettronica (59,4%) e quasi la metà  gioca con i videogiochi (49%). Molto meno comuni, tra i ragazzi, le altre applicazioni della Rete: il 29,4% legge un Blog, il 19,9% partecipa a giochi di ruolo, il 19,8% fa acquisti online, il 15,4% legge/scrive su un forum, il 14,8% cerca/scarica materiali proibiti/vietati. Chiedendo agli adolescenti intervistati se è mai capitato loro di conoscere una persona su Internet e di innamorarsene, è emersa una notevole maggioranza (l’80,3% del campione) di coloro i quali non hanno mai avuto un’esperienza di questo tipo, vissuta invece dal 17,3% degli adolescenti intervistati, con una maggioranza dei maschi (20,8%) rispetto alle femmine (14,3%). Notevoli le differenze per area geografica: gli intervistati che hanno conosciuto una persona su Internet e se ne sono innamorati sono, infatti, l’8,4% al Nord-Est e il 23% al Sud; tra questi due ”estremi” si colloca il 16,7% degli intervistati del Nord-Ovest che hanno vissuto tale esperienza, il 17,4% del Centro ed il 20,2% delle Isole. Il 58,5% degli intervistati si esprime in maniera positiva rispetto all’utilizzo di Internet per incontri sentimentali: il 31,2% del campione elogia la facilità  con la quale è possibile conoscere persone sul web, per il 15,3% è positivo il fatto di poter essere più disinibiti e svincolati da giudizi esterni e per il 12% è importante l’opportunità  di decidere quanto e come esporsi. E’ comunque alta la percentuale di coloro – il 37,8% del campione – che hanno mostrato un giudizio tendenzialmente critico, non identificando in tale ambito alcun aspetto positivo e segnalando, pertanto, una tendenza piuttosto marcata alla prudenza nell’utilizzo di Internet sotto tale aspetto. Gli adolescenti si confermano critici anche nelle risposte riguardanti gli aspetti negativi legati all’uso di Internet in amore; soltanto il 4,3% degli intervistati non ne rintraccia alcuno, mentre ben il 92,3% ne identifica diversi. I pareri negativi a riguardo derivano, soprattutto, dal rischio costituito dalla possibilità  di finzione che caratterizza gli incontri sul web (nel 51,9% dei casi) e in secondo luogo dalla difficoltà  a fidarsi di chi non si conosce faccia-a-faccia (per il 16,9%).

map/sam/rob