Comunicazione

16 dicembre 2010 | 15:25

GOVERNO: BOCCHINO QUERELA PER DIFFAMAZIONE BONDI E ‘IL GIORNALE’

GOVERNO: BOCCHINO QUERELA PER DIFFAMAZIONE BONDI E ‘IL GIORNALE’
(ASCA) – Roma, 16 dic – ”Italo Bocchino ha dato mandato ai propri legali di presentare querela per diffamazione nei confronti del ministro Sandro Bondi e del ‘Giornale’ di proprietà  di Berlusconi per l’intervista pubblicata in data odierna”. Lo rende noto l’ufficio stampa di Futuro e Libertà  per l’Italia. ”I contenuti dell’articolo sono falsi e diffamatori e saranno i documenti a provarlo – dichiara il capogruppo alla Camera di Futuro e Libertà  per l’Italia, Italo Bocchino, nella nota -. L’ultimo finanziamento ottenuto da mia moglie dal Ministero per i Beni Culturali risale al 28 febbraio 2005, epoca in cui Bondi non era ministro. Successivamente la società  Goodtime srl ha richiesto due finanziamenti. Il primo, per 250.000 euro, è stato concesso il 15 settembre 2008 al film ‘Il pezzo mancante’, che racconta la storia di Gianni Agnelli, considerato di interesse culturale nazionale e recentemente premiato al ‘Torino film festival’. A tale finanziamento mia moglie ha rinunciato il 25 ottobre 2010 avendo coperto autonomamente i costi della produzione”. ”Successivamente – aggiunge Bocchino – la Goodtime ha richiesto di finanziare il film ‘Ti regalo un robot’, ottenendo risposta negativa dal ministero il 24 giugno 2009. Questi fatti dimostrano la malafede del ministro Bondi e del giornale di Berlusconi, visto che mia moglie non ha mai percepito un solo euro di finanziamento dalla gestione ministeriale del coordinatore del Pdl e che è nota in quel ministero per la sua professionalità , iniziata anni prima di conoscermi”. ”Quanto alle inesistenti minacce è evidente che si tratta di vaneggiamenti che Bondi dovrà  provare in tribunale, spiegando perché ne parla solo adesso”, conclude Bocchino.
com-jan/vlm/bra