Televisione

17 dicembre 2010 | 11:26

RAI: MASI, DOBBIAMO FARE DI PIU’ PER QUALITA’ E PLURALISMO

RAI: MASI, DOBBIAMO FARE DI PIU’ PER QUALITA’ E PLURALISMO
BENE 2010 PER RIVOLUZIONE DIGITALE, RISANAMENTO CONTI E ASCOLTI
ROMA
(ANSA) – ROMA, 17 DIC – L’impegno sui fronti della qualità  e del pluralismo: è questa la linea per il futuro tracciata dal direttore generale della Rai, Mauro Masi, intervenuto oggi a Unomattina, il contenitore di Raiuno coinvolto, come la maggior parte del palinsesto Rai, nella maratona Telethon per la raccolta fondi per le malattie genetiche. “In futuro – ha detto Masi – dobbiamo fare di più sulla qualità , e lo dico anzitutto a me stesso. Dobbiamo fare molto anche su settori delicati del palinsesto, come la comunicazione e l’informazione, e sforzarci di essere davvero un’azienda profondamente pluralista, che gestisce con equilibrio e secondo le regole le diversità  culturali e di pensieri politici che esistono nel nostro Paese”. Il bilancio di fine anno del direttore generale è comunque ampiamente positivo: “La Rai in questo anno ha definito compiutamente la rivoluzione digitale, passando dai tre canali storici a 14 canali digitali, che rappresentano la più importante offerta gratuita d’Europa. Inoltre, l’azienda ha imboccato una strada virtuosa – ha sottolineato ancora Masi – per risanare il bilancio, affrontando per la prima volta i nodi strutturali del bilancio stesso, che spesso l’hanno impantanata: é una battaglia che stiamo facendo anche per tutelare i posti di lavoro e voglio dirlo ai lavoratori che hanno scioperato qualche giorno fa, che stiamo lavorando anche per loro. Infine – ha concluso il dg – stiamo vincendo in maniera importante la gara degli ascolti nei confronti di competitor di primo piano”. (ANSA).