Editoria

17 dicembre 2010 | 11:33

ANSA/ APPLE: CON MAC APP STORE, PC DIVENTA UN QUASI IPAD

ANSA/ APPLE: CON MAC APP STORE, PC DIVENTA UN QUASI IPAD
APRIRA’ IL 6 GENNAIO NUOVO NEGOZIO VIRTUALE CASA CUPERTINO
NEW YORK
(di Emanuele Riccardi) (ANSA) – NEW YORK, 16 DIC – Steve Jobs, il numero uno della Apple, ha mantenuto la promessa: con il Mac App Store, il nuovo negozio virtuale della casa di Cupertino, i laptop della mela si trasformeranno in quasi iPad, il tablet ed i suoi programmini dall’apertura istantanea. Nelle scorse settimane, lo stesso Jobs aveva presentato i nuovi MacBook Air, i laptop superleggeri (tra cui un nuovo formato dallo schermo di 11,6 pollici e una vera tastiera), definendoli un ibrido tra un pc portatile e un tablet. Il Ceo della Apple aveva preannunciato le App, cioé i programmini, mantenendo una sola grande differenza tra le due gamme, a livello dello schermo. Il display del MacBook Air, contrariamente a quello dell’iPad, non è ‘touch’, visto che dopo averci riflettuto Jobs ha concluso che gli schermi ad interfaccia tattile non funzionano bene in posizione verticale. Il Mac App Store sarà  disponibile dal 6 gennaio 2011, e la scelta della data non è verosimilmente casuale. Poche ore prima, e cioé proprio la vigilia del giorno dell’epifania il numero una della Microsoft, Steve Ballmer, avrà  pronunciato il suo ‘keynote’ al Ces di Las Vegas, il salone dell’elettronica di consumo che si svolge ogni anno nella città  del peccato del Nevada. Non di rado Ballmer ha fatto annunci di spicco al Ces, tra cui il lancio della Xbox, Windows Vista e Windows 7. All’inizio dell’anno prossimo, secondo le prime indiscrezioni, il Ceo della casa di Redmond potrebbe presentare una versione beta di Windows 8, oltre ad una serie di tablet concorrenti dell’iPad (e del Galaxy della Samsung, che sfrutta Android di Google), che funzionano grazie ad un sistema operativo ispirato a Windows 7. Il Mac App Store, come ha informato oggi la casa di Cupertino, sarà  disponibile in 90 nazioni al momento del lancio e sarà  caratterizzato da app a pagamento e gratis suddivise in categorie come Istruzione, Giochi, Grafica & Design, Lifestyle, Produttività  e Utilità . “Non vediamo l’ora di iniziare – ha indicato Jobs -. L’App Store ha rivoluzionato le applicazioni mobili. Speriamo di fare lo stesso per le applicazioni pc con il Mac App Store, rendendo facile e divertente la ricerca e l’acquisto di app per pc”. Come sull’iPhone, l’iPod touch e l’iPad, sarà  possibile acquistare, scaricare e installare applicazioni in un solo clic e quindi iniziare a usarle subito. Saranno gli stessi sviluppatori Mac a decidere il prezzo per le loro app, terranno il 70% percento dei proventi delle vendite, non pagheranno per le app gratuite e non dovranno accollarsi costi di hosting, marketing o per la carta di credito. (ANSA).
RL/