Rcs: Perricone, stato di crisi Corriere non dipende da investimenti sbagliati

17 Dec 2010 18:48 CEST Rcs: Perricone, stato di crisi Corriere non dipende da investimenti sbagliati
Dowjones

MILANO (MF-DJ)–“Sul comunicato del Cdr del Corriere della Sera sono ottimista. Lo stato di crisi attuale non dipende da investimenti o acquisizioni sbagliate, ma dallo stato dell’editoria in generale che  è sotto gli occhi di tutti”. Lo ha dichiarato l’a.d. di Rcs, Antonello Perricone, a margine della conferenza di presentazione del piano industriale 2011-2013 del gruppo, precisando che “per il Corriere abbiamo deciso di evitare azioni traumatiche. Abbiamo utilizzato il prepensionamento volontario e abbiamo evitato che alla fine del prepensionamento ci sia la cassa integrazione”. “Sono fermamente convinto”, ha concluso l’a.d., “del mio ottimismo e spero che possa prevalere il buon senso. Ribadisco che il Corriere  è al centro della nostra attività “. alb/pl

 
 
(END) Dow Jones Newswires

December 17, 2010 12:48 ET (17:48 GMT)

Copyright (c) 2010 MF-Dow Jones News Srl.

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on Google+

Articoli correlati

Il presidente iraniano Rohani: statue coperte? E’ solo un caso giornalistico

Padre Ciro Benedettini lascia la vicedirezione della sala stampa vaticana dopo 22 anni di servizio

Convocata per le 14:30 di oggi un’assemblea del Cdr di Rainews con Usigrai e Fnsi