Comunicazione

18 dicembre 2010 | 18:48

Telecom/ Pirelli ad Asati: immobili ceduti da precedente gestione

Apc-Telecom/ Pirelli ad Asati: immobili ceduti da precedente gestione
Operazioni immobiliari esaminate da comitato controllo interno

Milano, 18 dic. (Apcom) – “La gran parte degli immobili di Telecom Italia è stata ceduta durante la gestione precedente a quella del Gruppo Pirelli”. È quanto precisa una nota del portavoce di Marco Tronchetti Provera in merito ai rilievi mossi dall’Asati, associazione azionisti di Telecom Italia.
La prima operazione immobiliare della gestione Pirelli – si legge – non comportò alcuna cessione a Pirelli Re. Si trattò, infatti, del merger di immobili di Telecom Italia con quelli della joint venture tra i fondi immobiliari di Morgan Stanley (75%) e Pirelli RE (25%).
La seconda operazione riguardava 1.300 immobili per un valore di circa un miliardo di euro. In questo caso gli asset furono acquistati da joint venture dove Pirelli Re partecipava comunque con quote di minoranza. Su un totale di circa 15,5 miliardi di euro di immobili gestiti al giugno 2007, il pro-quota di proprietà  di Pirelli Re era di 4,2 miliardi e di questi solo circa 480 milioni, pari al 3% del totale gestito, erano immobili ex Telecom.
Le operazioni – si legge – furono attentamente esaminate dal comitato per il controllo interno composto allora da soli consiglieri indipendenti e la loro correttezza fu successivamente confermata anche dal Collegio sindacale e dall’internal audit.
Telecom Italia reinvestì il ricavato nel core business con un rendimento (stimato a circa il 10,5-11%) superiore al costo degli affitti (stimato pari al 7-8%). Operazioni analoghe sono state condotte da altri gruppi industriali e da altri operatori di tlc, tra cui Ft, Bt, Dt, Kpn, Swisscom e Telenor.

Red-Mma

181828 dic 10