Scelte del mese, Servizio di copertina

20 dicembre 2010 | 10:02

Caro Ruffini, ma che fa, stuzzica?

Il direttore di Raitre Paolo Ruffini racconta perché la sua rete, nonostante l’ostilità  aziendale e governativa, continui a registrare successi su successi e battere non solo la concorrenza, ma anche le altre reti Rai. “Il programma Fazio-Saviano non è figlio di un caso”, dice Ruffini che fornisce anche le cifre di ‘Vieni via con me’: 500mila euro a puntata. Ruffini svela anche l’asso nella manica della prossima stagione: a marzo un programma di Lucia Annunziata sul potere nella Seconda Repubblica. “Io penso che in questo momento tanti, troppi chiedono alla televisione di essere un diversivo, un ansiolitico, qualcosa che aiuti a non pensare. Raitre, dai tempi di Angelo Guglielmi in poi, è invece una televisione che cerca di fare un racconto che come caratteristica principale interpelli e interroghi”.

L’articolo integrale è sul mensile ‘Prima Comunicazione’ n. 412 – dicembre 2010