Comunicazione

20 dicembre 2010 | 13:00

WIKILEAKS: USA, DIPARTIMENTO STUDIA FORMULAZIONI ACCUSA CONTRO ASSANGE

WIKILEAKS: USA, DIPARTIMENTO STUDIA FORMULAZIONI ACCUSA CONTRO ASSANGE

(ASCA-AFP) – Washington, 20 dic – Il ministero della Giustizia americano tenta ogni via legale per perseguire Julian Assange ”per capire se ha cospirato con un militare statunitense per ottenere documenti segreti”. Lo ha annunciato ieri il vicepresidente americano, Joe Biden, definendo il fondatore di Wikileaks un ”terrorista tecnologico”. La legge americana contro lo Spionaggio, datata 1917, non è adattabile a un caso di questo tipo perché bisogna dimostrare che il sito Wikileaks, all’origine della rivelazione di migliaia di telegrammi diplomatici, non è un media tradizionale. I procuratori del ministero lavorano su un’altra base giuridica: cercano di mettere insieme delle prove per dimostrare che Assange ha complottato, incoraggiando o persino aiutando a monte il militare Bradley Manning, sospettato di aver consegnato i documenti al sito. L’accusa di complotto permetterebbe all’amministrazione Usa di rendere Assange responsabile di danni alla sicurezza nazionale, dimostrando che i media tradizionali rimangono tutelati dalla libertà  di espressione protetta dalla Costituzione. ”Quest’uomo ha fatto cose che hanno messo in pericolo la vita e il lavoro di molte persone nel mondo. Ha reso più difficile mantenere i rapporti con i nostri alleati e i nostri amici”, ha aggiunto Biden.

red/sam/rob