BERLUSCONI: NON GIUDICO MALE STAMPA. SCUSE AGENZIE MA NON PARLO IN STRADA

BERLUSCONI: NON GIUDICO MALE STAMPA. SCUSE AGENZIE MA NON PARLO IN STRADA
(ASCA) – Roma, 23 dic – ”Non  è vero che do un giudizio negativo dei giornalisti. Di certi giornalisti, sì. Quelli che mi prendono di mira facendo disinformazione. Ma penso che la stampa sia fondamentale in una democrazia. Ho sentito Blair e Bush dare sulla loro stampa giudizi assai peggiori di quelli che do io della nostra. Credo di essere più buono di loro”. Lo dice in conclusione il premier Silvio Berlusconi, a Villa Madama per la conferenza stampa di fine anno. Il premier chiede quindi ”scusa” ai giornalisti d’agenzia che ”stazionano davanti a palazzo Chigi o sotto la mia residenza anche con il tempo inclemente. Ho deciso di non rilasciare dichiarazioni per strada, ma solo in dichiarazioni scritte o in conferenza stampa”.
jan/sam/alf

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on Google+

Articoli correlati

Il presidente iraniano Rohani: statue coperte? E’ solo un caso giornalistico

Padre Ciro Benedettini lascia la vicedirezione della sala stampa vaticana dopo 22 anni di servizio

Convocata per le 14:30 di oggi un’assemblea del Cdr di Rainews con Usigrai e Fnsi