Comunicazione

23 dicembre 2010 | 17:53

CINEMA: BONDI, PRESTO INCONTRO CON RAPPRESENTANTI DEL CINEMA

CINEMA: BONDI, PRESTO INCONTRO CON RAPPRESENTANTI DEL CINEMA
(ASCA) – Roma 23 dic – All’indomani della proroga del tax credit e delle reazioni di Carlo Verdone che affermava ”Bondi non si  è battuto. Così la cultura esce mortificata” il ministro risponde: ”Le ricostruzioni fantasiose della stampa e le parole di Carlo Verdone mi colpiscono doppiamente, sia perché lo ammiro come attore e come uomo, sia perché non  è vero che non mi sono battuto per la proroga degli incentivi fiscali e per il reintegro del fondo per lo spettacolo”. Bondi prosegue: ”E’ vero invece che, considerando le condizioni dei conti pubblici, sono riuscito a convincere i miei colleghi per la proroga di sei mesi degli incentivi fiscali a favore del cinema. Questa decisione  è stata assunta perché l’ipotesi di un aumento di 1 euro del prezzo del biglietto del cinema, oltre ad essere un aggravio per le famiglie e i cittadini, aveva bisogno di una maggiore condivisione e di tempi più lunghi per essere discussa. Credo tuttavia fermamente nella necessità  di rendere stabili, se non addirittura permanenti, le misure di tax credit per l’industria cinematografica, e ritengo che in questi sei mesi si debba arrivare a una norma definitiva. Se il mondo del cinema, come dimostrano molte dichiarazioni odierne, ritiene che l’aumento del prezzo del biglietto possa essere una misura accettabile, allora non ho nulla in contrario che, in sede di conversione del decreto, gli approfondimenti tecnici possano proseguire, trovando eventualmente piena espressione nel testo di legge o in un successivo provvedimento. A questo fine, indirò al più presto una riunione con tutti i rappresentanti del mondo del cinema per ascoltare ogni proposta in merito e arrivare a un accordo condiviso”.
Dal/mcc/ss