Editoria

27 dicembre 2010 | 12:54

Media/ Nel 2010 uccisi 105 giornalisti, meno che nel 2009

Media/ Nel 2010 uccisi 105 giornalisti, meno che nel 2009
Messico e Pakistan sono i paesi più pericolosi

Ginevra, 27 dic. (Apcom) – Nel 2010 sono stati 105 i giornalisti uccisi “sul campo” nei 33 paesi esaminati dall’ong ‘Presse emblème campagne (PEC)’ con sede a Ginevra. Il bilancio è inferiore a quello del 2009, quando furono 122 i giornalisti assassinati, ma superiore a quello del 2008, con 91. “La comunità  internazionale non ha ancora trovato gli strumenti per mettere fine” a questo fenomeno, denuncia il segretario generale della PEC, Blaise Lempen: “Mancano ancora meccanismi efficaci per indagare rapidamente e processare gli autori di questi crimini”. Con 14 giornalisti uccisi il Messico e il Pakistan guidano questa tragica classifica. Seguono l’Honduras, con 9 giornalisti assassinati, e l’Iraq, con 7. Altri paesi particolarmente rischiosi per questa professione sono le Filippine, la Russia e la Colombia. In cinque anni sono 529 i giornalisti che hanno pagato il loro lavoro con la vita.

(fonte afp)

Fcs

271143 dic 10