Mediaset: Giordani, Spagna è conferma valore tv generalista (MF)

30 Dec 2010 08:48 CEST Mediaset: Giordani, Spagna  è conferma valore tv generalista (MF)
Dowjones

MILANO (MF-DJ)–“E’ una conferma del valore della televisione generalista. Investiamo in Spagna in un settore che da alcuni  è visto in declino. Invece noi continuiamo a pensare che rimarrà  centrale anche in futuro”. Lo ha affermato Marco Giordani, direttore finanziario di Mediaset, in una intervista rilasciata a Class Cnbc (televisione del gruppo Class E. che assieme a DowJones controlla questa agenzia). “Quindi”, spiega Giordani, “per conquistare la leadership nella televisione generalista abbiamo preso il controllo di Cuatro, che significa fornire ai telespettatori spagnoli un’offerta completa e molto targhettizzata. Infatti possiamo dire che mentre Telecinco  è simile a Canale 5, Cuatro  è paragonabile a Italia 1; insomma, riproponiamo un po’ il modello italiano. A queste due grandi reti, inoltre, si aggiungono La Siete, Factoria de Fiction e Boing, canali tematici sul digitale terrestre. Risultato: ora Mediaset in Spagna ha un ventaglio di offerte in grado di soddisfare tutti gli investitori pubblicitari”. Su possibili altre acquisizioni sul mercato iberico Giordani afferma che “per quanto riguarda la televisione in chiaro, direi di no. Nella tv a pagamento, l’ingresso in Digital+ rappresenta una mossa importante, che ci ha anche consentito di ottenere un diritto di prelazione nel caso in futuro Prisa decidesse di vendere la propria partecipazione. La tv in chiaro, i canali digitali e la pay tv saranno anche in futuro gli assi portanti della presenza e dello sviluppo di Mediaset in Spagna”. red/lab

 
 
(END) Dow Jones Newswires

December 30, 2010 02:48 ET (07:48 GMT)

Copyright (c) 2010 MF-Dow Jones News Srl.

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on Google+

Articoli correlati

Il presidente iraniano Rohani: statue coperte? E’ solo un caso giornalistico

Padre Ciro Benedettini lascia la vicedirezione della sala stampa vaticana dopo 22 anni di servizio

Convocata per le 14:30 di oggi un’assemblea del Cdr di Rainews con Usigrai e Fnsi