Comunicazione

30 dicembre 2010 | 10:49

Rai/ Minzolini: Ferrario ha rifiutato proposta da super-inviato

Rai/ Minzolini: Ferrario ha rifiutato proposta da super-inviato
Era in video da 28 anni, una scemenza dire che l’ho discriminata

Roma, 30 dic. (TMNews) – Sostenere che nei confronti di Tiziana Ferrario ci sia stata una discriminazione politica “è una scemenza”. Lo sostiene il direttore del Tg1, Augusto Minzolini, intervistato da Repubblica sulla sentenza che stabilisce il reintegro alla conduzione della giornalista. “Il problema – spiega – era uno soltanto: io ho fatto assumere in blocco 18 precari, tutti ereditati dalle precedenti gestioni, imponendo all’azienda un notevole sforzo economico. A fronte di questo c’era anche bisogno di proiettare all’esterno questo rinnovamento della redazione e in un Tg questa operazione la puoi fare soltanto inserendo volti nuovi. Stimo la Ferrario, ma dopo 28 anni di conduzione forse si può fare anche altro”. “A Ferrario – spiega Minzolini – ho offerto di fare il superinviato: tre mesi a Mosca, tre mesi a New York, massima libertà . Un sogno per qualunque giornalista che abbia ancora il gusto di fare questo mestiere”. E aggiunge: “L’avvicendamento è una prassi normale: Susanna Petruni fece la conduzione e poi Giulio Borrelli gliela tolse. Clemente Mimun tolse la conduzione a Francesco Giorgino, ma nessuno di loro ne fece un caso politico.
La realtà  è che in Rai, quando qualcuno mette in discussione il tuo ruolo, c’è chi preferisce buttarla in politica, ma questo rischia spesso di essere un alibi per tenersi stretto il proprio posto”.

Luc

301016 dic 10