WIND: VIMPELCOM, CON ARBITRATO MORIRA’ PROGETTO FUSIONE

WIND: VIMPELCOM, CON ARBITRATO MORIRA’ PROGETTO FUSIONE
ROMA
(ANSA) – ROMA, 2 FEB – L’arbitrato internazionale richiesto da Telenor contro la fusione tra Vimpelcom e Wind Telecom potrebbe causare “la morte” dell’operazione. E’ quanto ha sottolineato l’amministratore delegato del gruppo russo, Alexander Izosimov, in un’intervista a Bloomberg Television. “Se parte l’arbitrato, il processo potrebbe durare anni. Se si entra in un iter del genere, l’affare morirà “, ha detto riferendosi alla fusione che, una volta approvata in via definitiva, porterà  in mano russa oltre il 51% di Orascom Telecom e il 100% di Wind. Lunedì scorso Telenor (socia norvegese di Vimpelcom) ha annunciato il ricorso alle vie legali contro l’operazione che diluirà  significativamente la sua quota di capitale all’interno del gruppo e renderà  minoritari i suoi diritti di voto. (ANSA).

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on Google+

Articoli correlati

Mai parlato con Niel della partecipazione di Iliad in Telecom, dice De Puyfontaine. E su Mediaset: per ora nessuna collaborazione, ma in futuro…

Vivendi acquista un ulteriore 0,86% di azioni Telecom. Jp Morgan limita la sua partecipazione al 9,9%

Tiscali: dimissioni per il Cda e il collegio sindacale al termine del processo di fusione con Aria. Convocata per il 16 febbraio l’assemblea dei soci