SIRIA: FACEBOOK E SOCIAL NETWORKS PER ORA NON PIU’ OSCURATI

SIRIA: FACEBOOK E SOCIAL NETWORKS PER ORA NON PIU’ OSCURATI
MA AUTORITA’ NON CONFERMANO RIMOZIONE DIVIETO ATTIVO DA 5 ANNI
DAMASCO
(ANSA) – DAMASCO, 9 FEB – Dopo esser stati totalmente oscurati in Siria per gli ultimi cinque anni, Facebook, Youtube e altri noti siti Internet di socializzazione e condivisione di contenuti multimediali sono da qualche ora liberamente accessibili dagli utenti di Damasco e delle altre città  siriane. Lo riferisce un giornalista dell’ANSA sul posto, citando le testimonianze di numerosi navigatori di Internet e precisando che per il momento non c’é nessuna conferma o smentita da parte delle autorità  ufficiali di Damasco. Fino alla scorsa notte, chiunque voleva consultare Facebook, Youtube, Twitter e altri social networks doveva aggirare la protezione imposta dalle autorità  telematiche siriane collegandosi a server internazionali che consentono di navigare in Rete in maniera “clandestina”. Alcuni osservatori a Damasco mettono in relazione l’inattesa apertura di questi siti Internet fino a ieri banditi con il tentativo delle autorità  siriane di contrastare, proprio via Facebook e altri social network, una campagna anti-regime lanciata sul web da alcuni movimenti della società  civile locale sulla scia delle proteste tunisine ed egiziane. (ANSA).
COR-Z10/ S0B QBXB

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on Google+

Articoli correlati

Più di 30 milioni gli italiani online nel mese di febbraio, connessi principalmente da mobile. I dati Audiweb (INFOGRAFICHE)

Le dirette video di Facebook disponibili a tutti gli utenti. In Italia le stanno già sperimentando

Per cercare di superare la crisi l’ad di Twitter licenzia quattro dirigenti