Televisione

12 febbraio 2011 | 11:19

RAI: BUTTI; NIENTE CLAQUE, MA NON CACCIAMO NESSUNO

SPE:==RAI
2011-02-12 08:31
==RAI: BUTTI; NIENTE CLAQUE, MA NON CACCIAMO NESSUNO
COSI’ VOGLIAMO RIEQUILIBRARE LA LIBERTA’ DEL DIBATTITO TV
ROMA
(ANSA) – ROMA, 12 FEB – “Il Pd è d’accordo. Persino Zavoli vuole sapere come vengono costituite le claque”. Lo dice in un’intervista al Corriere della Sera il senatore Alessio Butti, relatore Pdl in Vigilanza Rai a proposito dell’atto di indirizzo che l’organo sta mettendo a punto: “Non voglio cacciare nessuno – aggiunge -, però in Rai ci sono soggetti che fanno giornalismo col torcicollo. Io Santoro non lo guardo, ma l’altra sera ad Annozero c’era solo Vendola. E’ pluralismo?”. “La doppia conduzione – prosegue – è una proposta di sperimentazione. A La7 funziona, perché in Rai non si può provare?”. Sull’ipotesi che un certo tema non possa essere ripetuto in più di un talk show nella stessa settimana, Butti spiega che la bozza fu elaborata quando il caso Ruby nemmeno esisteva e “nei talk show non si parlava che del delitto di Avetrana”. Intervistato anche dal Giornale, Butti spiega che l’obiettivo non è quello di sopprimere voci, ma di parlare “un’altra lingua”: “perciò è opportuno aumentare gli spazi informativi e di approfondimento che si ispirano a quella vasta area culturale del Paese che non si riconosce in Floris, Santoro, Gabanelli, Fazio & Co”. (ANSA).
Y14/ S0B QBXB