Rai/Merlo (Pd): con passaggio al digitale disservizi in Piemonte

Rai/Merlo (Pd): con passaggio al digitale disservizi in Piemonte
Prsentata interrogazione urgente in Commissione di Vigilanza Rai

Torino, 14 feb. (TMNews) – “La transizione al digitale in Piemonte, tanto in quello occidentale quanto in quello orientale, rischia, se non corretta al piu’ presto, di avere effetti devastanti per la ricezione dei canali Rai, a partire dal Tg regionale”. Lo denuncia Giorgio Merlo, deputato del Pd e vice presidente della Commisisone di Vigilanza Rai, che in proposito ha presentato un’interrogazione urgente in Commissione di Vigilanza.

“Ho presentato un’interrogazione urgente in Commissione di Vigilanza per far sì – annuncia Merlo – che l’azienda affronti subito il caso Piemonte, senza balbettamenti e senza risposte burocratiche o protocollari”.

“Sono ormai decine e decine i paesi, montani e non, – spiega l’esponente del Pd – che registrano la sostanziale scomparsa dei canali Rai con disservizi pesanti per i cittadini che, malgrado il singolare e curioso silenzio dell’azienda di viale Mazzini, continuano ancora regolarmente a pagare il canone”.
“Ma ora la situazione in Piemonte e’ diventata seria e la Rai non puo’ piu’ rinviare ulteriormente un intervento preciso e mirato a rimuovere gli ostacoli che hanno trasformato il digitale in una sorta di trappola per i cittadini contribuenti”.

Prs

141442 feb 11

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on Google+

Articoli correlati

Convocata per le 14:30 di oggi un’assemblea del Cdr di Rainews con Usigrai e Fnsi

Freccero: il ritorno in Rai di Grillo? Sarebbe la prova che il servizio pubblico è una tv indipendente. Oltre a lui mi piacerebbe rivedere anche Benigni, Celentano e Fiorello

Il Pd contro Ciao Darwin: casting torinese riservato a razzisti ed omofobi