Editoria

17 febbraio 2011 | 10:43

Rcs: si profila nuovo scontro in Generali Ass.

7 Feb 2011 09:24 CEST Rcs: si profila nuovo scontro in Generali Ass.(MF)

Dowjones

MILANO (MF-DJ)–Ufficialmente tutto va avanti cosi’ fino al settembre 2013, quando i soci aderenti al patto di sindacato di Rcs Media Group potranno comunicare eventuali disdette dall’accordo.

In realta’, si legge in un articolo di MF, gia’ nella riunione di ieri dei grandi soci della societa’ editrice del Corriere della Sera si sarebbero poste le premesse per il definitivo scioglimento del patto di sindacato. Lo schietto confronto tra l’imprenditore Diego Della Valle e il presidente di Generali Ass., Cesare Geronzi, sulle modalita’ in cui e’ stata fin qui organizzata la governance di Rcs, e in particolare sulle modalita’ di nomina del direttore del principale quotidiano italiano, avrebbe fatto emergere con forza le contraddizioni sollevate dal patron del gruppo Tod’s, dal quale pero’ gli altri soci pattisti avrebbero preso le distanze per via di alcune esternazioni giudicate non opportune. Il comunicato diffuso ieri dal Patto dei soci di Rcs, oltre a lascia intendere che la tregua durera’ al massimo fino alla scadenza dell’accordo(ma che potrebbe saltare anche prima), avrebbe anche un senso critico nei confronti dell’atteggiamento fin qui assunto dal patron del gruppo Tod’s, Diego Della Valle, che prima di affrontare la questione negli organi della societa’ ha fatto esplodere la polemica sui giornali e nel Cda delle Generali Ass..

Al termine della riunione di ieri, si legge in un articolo di MF, i pattisti si sono infatti impegnati a “concentrare esclusivamente negli organi sociali”, come il Cda della capogruppo e quello della Rcs Quotidiani, “ed occorrendo, per quanto di competenza, nella direzione del patto, tutte le decisioni, valutazioni, discussioni attorno a Rcs”. Un distinguo, quello tra i ruoli del patto e del Cda, e sui flussi informativi tra questi due organi, su cui avrebbe sollecitato un chiarimento anche la Consob. La sensazione che si respira e’ che comunque, al di la’ dell’unanimita’ raggiunta sul comunicato, dopo lo scontro tra Della Valle e Cesare Geronzi, presidente di Generali Ass., difficilmente il clima nel patto potra’ tornare a essere sereno. Il banco di prova potrebbe gia’ essere il prossimo Cda di Generali Ass., al quale Della Valle ha chiesto di valutare una cessione della quota. L’ultima parola in questo caso spettera’ pero’ a Geronzi che, in quanto presidente, ha la facolta’ di decidere quali argomenti porre o meno all’ordine del giorno. red/lab

(END) Dow Jones Newswires

February 17, 2011 03:24 ET (08:24 GMT)

Copyright (c) 2011 MF-Dow Jones News Srl.