TLC: ITALIA A DUE VELOCITA’ SU BANDA LARGA, SUD IN RITARDO

TLC: ITALIA A DUE VELOCITA’ SU BANDA LARGA, SUD IN RITARDO
RAPPORTO 2010 INNOVAZIONE,CALABRIA E BASILICATA FANALINI DI CODA
GENOVA
(ANSA) – GENOVA, 21 FEB – L’innovazione in Italia viaggia a due velocità , con alcune regioni virtuose che si distinguono per i progressi fatti nel campo dell’e-government e della diffusione della banda larga, e altre che evidenziano ancora un grave ritardo strutturale. E’ quanto emerge dal Riir 2010, il primo Rapporto sull’Innovazione nell’Italia delle Regioni, presentato oggi al Teatro della Gioventù di Genova. Lo studio, promosso dal Centro Interregionale per i Sistemi Informatici, Geografici e Statistici e da Forum Pa, si basa sull’analisi di un centinaio di diversi indicatori. Per quanto riguarda la copertura del territorio con la banda larga, ad esempio, si va da regioni con una copertura relativamente buona come il Lazio, con più del 75% delle linee, la Campania con il 72%, la Liguria con il 69,5%, la Lombardia con il 63%, la Sicilia e la Puglia con circa il 62% e l’Emilia Romagna con quasi il 61%, a regioni in cui il digital divide infrastrutturale è ancora molto forte come il Molise con il 39%, la Calabria con il 36%, e la Basilicata con appena il 34%. (ANSA).
Y5L-GTT/ S0A QBXB

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on Google+

Articoli correlati

Mai parlato con Niel della partecipazione di Iliad in Telecom, dice De Puyfontaine. E su Mediaset: per ora nessuna collaborazione, ma in futuro…

Vivendi acquista un ulteriore 0,86% di azioni Telecom. Jp Morgan limita la sua partecipazione al 9,9%

Tiscali: dimissioni per il Cda e il collegio sindacale al termine del processo di fusione con Aria. Convocata per il 16 febbraio l’assemblea dei soci