TV: RAI RAGAZZI, UNA PROGRAMMAZIONE ‘MADE IN TORINO’

TV: RAI RAGAZZI, UNA PROGRAMMAZIONE ‘MADE IN TORINO’
TRA I PRODOTTI ANCHE PRIMO PROGRAMMA SU SOCIAL NETWORK
TORINO
(ANSA) – TORINO, 28 FEB – Cartoni animati, fiction, giochi, programmi musicali e tanto web, tra cui la prima trasmissione incentrata sui social network: è la programmazione di Rai Ragazzi, la struttura tematica del gruppo televisivo pubblico dedicata ai più giovani la cui offerta è ideata, realizzata e prodotta dal centro di produzione di Torino. Alla presentazione, oggi, nel capoluogo piemontese, è intervenuto anche il vicedirettore generale dell’azienda, Antonio Marano. “O lavoriamo sui giovani – ha detto Marano – e andiamo a proporre loro dei valori, oppure la partita è già  persa. Per questo la tv dei ragazzi resta centrale nell’ambito del servizio pubblico. In seconda battuta, valorizziamo l’industria dei cartoni animati, che è importante per il nostro Paese. Oggi i programmi tematici che hanno più appeal televisivo sono proprio quelli per bambini, che superano quelli sportivi”. Le produzioni del centro Rai di Torino andranno ad alimentare la programmazione di due canali del digitale terrestre, Rai Yoyo – dedicato alla prima infanzia – e Rai Gulp – dedicato all’adolescenza – oltre allo spazio quotidiano di Rai Ragazzi su Rai2. Tra i programmi prodotti vi sono ‘La Melevisione’, ‘Il videogiornale del Fantabosco’, ‘La Pimpa’ e ‘Music Planet’. Il più noto è però ‘Social King’, in onda su Rai2 il sabato e la domenica mattina, diventato un fenomeno come primo game-show incentrato sui social network e interattivo. “E’ un programma – ha detto Gianfranco Noferi di Rai Ragazzi – che permette al pubblico di dire la propria. Il suo meccanismo é stato copiato anche da ‘American Idol’ negli Stati Uniti e da ‘X-Factor’ in Gran Bretagna. Ha il 70% di share nella fascia di pubblico compresa tra 14 e 18 anni: stiamo costruendo il pubblico del futuro”. (ANSA).
YS8-DF/ S0B QBXB

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on Google+

Articoli correlati

Convocata per le 14:30 di oggi un’assemblea del Cdr di Rainews con Usigrai e Fnsi

Freccero: il ritorno in Rai di Grillo? Sarebbe la prova che il servizio pubblico è una tv indipendente. Oltre a lui mi piacerebbe rivedere anche Benigni, Celentano e Fiorello

Il Pd contro Ciao Darwin: casting torinese riservato a razzisti ed omofobi