Editoria, Televisione

02 marzo 2011 | 10:38

Milleproroghe: Antitrust, no a Fininvest su incroci tv-stampa (MF)

02 Mar 2011 09:11 CEST Milleproroghe: Antitrust, no a Fininvest su incroci tv-stampa (MF)

Dowjones

MILANO (MF-DJ)–L’Antitrust dice di no alla possibilita’ da parte del premier Silvio Berlusconi, di prorogare o meno il divieto di incroci stampa-tv, oltre il 31 marzo.

Un secco altola’ alla norma, si legge in un articolo di MF, prevista all’interno del decreto milleproroghe di recente approvazione, che prevede il ricorso allo strumento del decreto del presidente del Consiglio dei ministri per allungare o meno la validita’ del divieto. Una soluzione eccessivamente personale che di fatto ha spinto il Garante a sbarrare la strada all’utilizzo del Dpcm. Berlusconi dovra’ quindi ripensare a utilizzare, per modificare eventualmente i tempi di durata del divieto, strumenti maggiormente “collegiali” quali, ad esempio, un decreto legge. Come ha spiegato in una nota l’Authority presieduta da Antonio Catricala’, “attribuire al presidente del Consiglio il potere di prorogare o no il divieto di incroci proprietari tra giornali e tv successivamente al 31 marzo 2011, come prevede il decreto milleproroghe, e’ inopportuno”. Non solo. Sempre secondo il Garante “senza una modifica in questa direzione della norma, l’adozione o la mancata adozione dell’atto di proroga, anche senza integrare automaticamente una fattispecie di conflitto di interessi, dovranno essere valutati dall’Antitrust, per verificare l’incidenza specifica e preferenziale sul patrimonio del presidente del Consiglio e il danno per l’interesse pubblico”. red/lab

(END) Dow Jones Newswires

March 02, 2011 03:11 ET (08:11 GMT)

Copyright (c) 2011 MF-Dow Jones News Srl.