Comunicazione, Editoria

02 marzo 2011 | 10:55

Editoria/ Antitrust: No potere premier proroga incroci stampa-tv

Editoria/ Antitrust: No potere premier proroga incroci stampa-tv

Modificare la norma del milleproroghe

Roma, 1 mar. (TMNews) – E’ “inopportuno” affidare al presidente del Consiglio Silvio Berlusconi il potere di proroga degli incroci stampa-tv. E’ quanto afferma l’Antitrust in una segnalazione inviata allo stesso premier e ai presidenti di Camera e Senato Gianfranco Fini e Renato Schifani, nella quale viene auspicato che la disciplina del divieto di incroci sia sottratta alle competenze dell`attuale presidente del Consiglio.

“Senza una modifica in questa direzione della norma, l`adozione o la mancata adozione dell`atto di proroga, anche senza integrare automaticamente una fattispecie di conflitto di interessi – ha sottolineato l’Autorità  – dovranno essere valutati dall`Antitrust, per verificare l`incidenza specifica e preferenziale sul patrimonio del Presidente del Consiglio e il danno per l`interesse pubblico”.

“Attribuire al presidente del Consiglio il potere di prorogare o no il divieto di incroci proprietari tra giornali e tv successivamente al 31 marzo 2011, come prevede il cosiddetto decreto milleproroghe è inopportuno – si legge nella segnaslazione – l`Autorità  già  il 20 gennaio scorso aveva ricordato al Governo che l`estensione della validità  temporale del divieto, direttamente disposta dal decreto legge, era stata esplicitamente auspicata dall`Autorità  per le garanzie nelle comunicazioni per tutelare il pluralismo dell`informazione: per tale ragione, non poteva essere configurata come un vantaggio patrimoniale del Presidente del Consiglio. Tuttavia – ha concluso l’Antitrust – la disciplina di un settore sensibile come quello editoriale, richiedeva un atteggiamento di precauzione che evitasse l`attribuzione di ogni potere discrezionale in capo al premier”.

Gab

011854 mar 11