FASTWEB: SINDACATI, DOPO STOP TRATTATIVE SI VA VERSO SCIOPERO NAZIONALE

FASTWEB: SINDACATI, DOPO STOP TRATTATIVE SI VA VERSO SCIOPERO NAZIONALE
(ASCA) – Roma, 2 mar – ”A fronte della totale chiusura dell’azienda Fastweb alle legittime richieste avanzate dal sindacato per un contratto aziendale che valorizzi le professionalita’, l’occupazione e il notevole contributo che i lavoratori stanno dando, anche in un momento cosi’ complesso per l’impresa, insieme agli amici di Fistel-Cisl, Uilcom-Uil e Ugl Telecomunicazioni, abbiamo aperto le procedure per lo sciopero nazionale in tutto il gruppo”. Cosi’ dichiara in una nota Alessandro Genovesi, Segretario Nazionale di SLC-CGIL. ”Invitiamo tutte le lavoratrici e lavoratori di Fastweb a sostenere con la mobilitazione le rivendicazioni avanzate che sono, del resto, in linea con quelle portate avanti in tutte le aziende del settore. Il buon lavoro, la qualita’ e la professionalita’ – continua Genovesi – sono infatti i cardini di un modello di competizione, nel terziario avanzato, che cosi’ tanto dovrebbe contribuire alla crescita e all’innovazione del sistema Paese. Speriamo che questi concetti, piu’ volte ribaditi dall’azienda e dai suoi massimi esponenti in convegni e seminari, si traducano coerentemente anche per i lavoratori dell’azienda”.
red-luq/mcc/bra

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on Google+

Articoli correlati

La Regione Lazio presenta le azioni per l’editoria. Zingaretti: obiettivo ridare dignità al settore, sostenendolo

Priorità nel continuare a promuovere la lettura di libri, dice Pietro Grasso al convegno Il libro digitale

Pearson taglia 4 mila posti di lavoro. Annunciato il piano di ristrutturazione da mezzo miliardo di dollari