Cda Rai: no ai compensi nei titoli di coda

Il Cda Rai ha rigettato, senza neanche votarla, la proposta del ministero dello Sviluppo economico di inserire nel testo del Contratto di servizio, già  approvato il   3 febbraio scorso, un emendamento che prevedeva di indicare nei titoli di coda dei programmi Rai i compensi di conduttori, ospiti, opinionisti e dei format dei programmi. La proposta era stata avanzata in Comissione parlamentare di Vigilanza dall’on. Alessio Butti (Pdl) e approvata lo scorso anno. (Primaonline.it – 3 marzo 2011)

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on Google+

Articoli correlati

Snam, nuova brand identity per un futuro di sfide nei mercati globali dell’energia

 Rodolfo Belcastro è il direttore della comunicazione di Cir

Fabrizio Piscopo collabora con System 24