Editoria, Televisione

04 marzo 2011 | 17:25

MEDIATRADE: DOMANI RIPRENDE UDIENZA PRELIMINARE

MEDIATRADE: DOMANI RIPRENDE UDIENZA PRELIMINARE
(Agi) – Milano, 4 mar – Secondo ‘appuntamento giudiziario’ per Silvio Berlusconi dopo la pausa per consentire alla Consulta di decidere sulla costituzionalita’ dellla norma sul legittimo impedimento, poi dichiarata parzialmente illegittima. Domani alle 10 si svolgera’ davanti al gup Maria Vicidomini l’udienza in cui il premier e’ accusato di appropriazione indebita e frode fiscale nel cosiddetto procedimento ‘Mediatrade’. L’inchiesta era nata da uno stralcio di quella principale su Mediaset. Oltre a Berlusconi sono imputati il figlio del capo del Governo, Pier Silvio, Fedele Confalonieri, il produttore americano Frank Agrama e altre 8 persone per presunte irregolarita’ sulla compravendita dei diritti tv per creare fondi neri. Berlusconi junior e Confalonieri rispondono, insieme al premier e ad altri indagati, di una frode fiscale da circa 8 milioni di euro. Al centro dell’indagine ci sono gli oltre 34 milioni di euro contestati dalla Procura come appropriazione indebita che sarebbe stata consumata tra Milano e Dublino tra il 2002 e il 2005. Berlusconi, Agrama e i tre manager Daniele Lorenzano, Roberto Pace e Gabriella Ballabio, avrebbero operato – si legge nel capo d’imputazione – “all’interno di un sistema di frode utilizzato dalla fine degli anni Ottanta, in forza del quale i diritti di trasmissione forniti dalla Paramount invece che direttamente dai fornitori venivano acquistati da Mediaset a prezzi gonfiati per il tramite di societa’ di comodo riconducibili a Frank Agrama”. Difficile pero’ che domani si entri gia’ nel merito della vicenda perche’ a causa di problemi di notifica alla difesa di Berlusconi junior l’udienza potrebbe slittare ad altra data. (AGI) Mi2/Car