Comunicazione, Editoria

07 marzo 2011 | 14:02

AGCOM: INCOMPATIBILITA’ COMMISSARI DURA 4 ANNI

AGCOM: INCOMPATIBILITA’ COMMISSARI DURA 4 ANNI
(ASCA) – Roma, 7 mar – L’incompatibilita’ per i componenti dell’Agcom dura 4 anni e non e’ a vita. E’ quanto precisa la stessa Agcom sottolineando, in relazione a notizie di stampa nei giorni scorsi, che la dichiarazione di cessata incompatibilita’ di Alfredo Meocci e’ stata rilasciata al diretto interessato, su sua richiesta, essendo trascorso il periodo di incompatibilita’ stabilito dalla legge 481/95 per i componenti del Consiglio dell’Autorita’ per le garanzie nelle comunicazioni. L’incompatibilita’, infatti, dura quattro anni e non a vita. ”Ovviamente – continua l’Agcom – la cessazione dell’incompatibilita’ vale per il futuro e non per il passato e quindi non si riflette in alcun modo sulla pronuncia di incompatibilita’ e sulla relativa sanzione adottate per il periodo precedente”. Quanto al ”risarcimento” menzionato dallo stesso Meocci in un’intervista all’Arena lo scorso 3 marzo, si tratta in realta’ di un rimborso di spese legali di 10.171 euro, e non di 100.000 euro, riconosciuto allo stesso Meocci, come pure agli altri componenti del Consiglio precedente dell’Agcom, in relazione a un procedimento penale a loro carico promosso su esposto di terzi e conclusosi con provvedimento di archiviazione. Il rimborso di tali spese legali, che e’ stato effettuato a seguito di parere di legittimita’ e di congruita’ espresso dall’Avvocatura generale dello Stato, non ha nulla a che vedere con il procedimento di incompatibilita’ di Meocci che ha dato luogo, com’e’ noto, a sentenze del TAR, del Consiglio di Stato e della Corte di Cassazione confermative del provvedimento adottato dall’Autorita’.
red/did/lv