Comunicazione

14 marzo 2011 | 14:20

ICT: CAMPANIA, REGIONE PROMUOVE BANDO UE SU SVILUPPO DIGITALE

ICT: CAMPANIA, REGIONE PROMUOVE BANDO UE SU SVILUPPO DIGITALE
(AGI) – Napoli, 14 mar. – Sostegno alla pubblica amministrazione e alle imprese in materia di tecnologie dell’informazione e della comunicazione. La Regione Campania, attraverso lo sportello regionale per la ricerca e l’innovazione (Campania In.Hub), promuove una giornata informativa per incentivare lo sviluppo digitale. L’obiettivo e’ quello di favorire l’accesso da parte delle aziende e degli enti pubblici ai 115 milioni di euro del bando lanciato a febbraio dall’Unione europea nell’ambito del programma Competitivita’ e innovazione (Cip), che scadra’ il primo giugno. “E’ necessario migliorare la partecipazione della Campania ai programmi europei – spiega Luigi Iavarone, presidente di Technapoli, il consorzio di imprese pubbliche e private dell’area di Napoli e Caserta – l’Italia e’ al quarto posto tra i Paesi europei e il 19% dei nostri progetti nel campo viene recepito e finanziato dall’Ue, ma il Sud e’ in ritardo rispetto al resto del paese ed e’ necessario colmare questo gap entro il 2013, quando non saremo piu’ tra le regioni dell’obiettivo convergenza”. Una sfida, spiega l’assessore regionale alla Ricerca scientifica, Guido Trombetti, che “si puo’ vincere, grazie qalla qualita’ degli imprenditori, degli atenei e dei centri di ricerca campani. Bisogna, pero’, aprire la stagione delle tre ‘R’: rigore, regole e risorse”. Su quest’ultimo punto, aggiunge l’ex rettore dell’universita’ Federico II di Napoli, “e’ fondamentale che i fondi europei non vengano utilizzati per la spesa corrente, ma per gli interventi straordinari, che creano vero sviluppo”. Qualita’ della spesa, quindi, ma anche “capacita’ di fare sistema, perche’ troppe volte – chiarisce Trombetti – si mettono in campo progetti validi, ma si agisce da soli, limitando cosi’ gli effetti delle iniziative. Senza un vero network, la Campania non fara’ un salto in avanti”. In questa direzione sta lavorando anche Citta’ della scienza Spa. “Tra poco cambieremo nome – spiega il presidente Giuseppe Zollo – e ci trasformeremo nell’agenzia per la ricerca e l’innovazione della Regione. Il nostro compito e’ quello di favorire l’aggregazione di progetti, creare un tessuto connettivo tra le idee e le capacita’ progettuali. Supporteremo le cosiddette azioni pilota e implementeremo le buone pratiche degli imprenditori e della pubblica amministrazione”. (AGI) Lil