New media

15 marzo 2011 | 10:50

ANSA/ TWITTER: MICROBLOGGING COMPIE 5 ANNI, 200 MLN UTENTI

ANSA/ TWITTER: MICROBLOGGING COMPIE 5 ANNI, 200 MLN UTENTI
VALE OLTRE 4,5 MLD DOLLARI, ANCHE SE NE INCASSA SOLO 100-150 MLN
NEW YORK
(di Emanuele Riccardi) (ANSA) – NEW YORK, 14 mar – Compie cinque anni questa settimana Twitter, il sempre più popolare servizio di microblogging che sta cambiando radicalmente il mondo dell’informazione e ha contribuito, in queste settimane, a coordinare i movimenti di piazza nei paesi arabi in rivolta. Il principio del ‘cinguettio’ elettronico è semplice e prende spunto dai messaggini della telefonia cellulare, i famigerati sms. Twitter è ancora più conciso: ogni messaggio é di 140 caratteri al massimo, contro 160. Dopo 5 anni di esistenza Twitter sta spopolando con circa 200 milioni di utenti: quasi la metà  rispetto a Facebook, il principe dei social network. La società , valutata tra i 4,5 e i 10 miliardi di dollari, non macina ancora utili, essendo il fatturato annuo stimato tra i 100 e i 150 milioni di dollari soltanto, ma sta iniziando a raccogliere sempre più pubblicità . Il principio di Twitter è molto semplice: chiunque può inviare messaggi ai suoi abbonati, che a loro volta hanno la possibilità  di effettuare un ‘retweet’, cioé di inoltrare il messaggio, che spesso comporta un link verso una pagina internet, ai propri abbonati. Il servizio di microblogging sta in particolare rivoluzionando il mondo dell’informazione, facendo concorrenza a siti web, agenzie di stampa e quotidiani online, grazie alla sua rapidità  e all’immediatezza dei messaggi, in grado di raggiungere il mondo intero, dai laptop ai telefonini, in tempo reale visto che per leggere 140 caratteri bastano pochi istanti. Sfruttano Twitter cantanti e star di Hollywood, raggiungendo diversi milioni di utenti, come Lady Gaga (quasi 9 milioni), Britney Spears (oltre 7 milioni), ma anche il presidente degli Stati Uniti Barack Obama (7 milioni) o il ministro italiano degli Esteri Franco Frattini (oltre 1.800). Lo usano volentieri i portavoce ufficiali. Da quello della Casa Bianca Jay Carney al suo collega che si è appena dimesso dal Dipartimento di Stato Usa Philip Crowley: non di rado le sue dichiarazioni, poi riprese dalle principali agenzie di stampa mondiali, sono finite in prima battuta su Twitter. Il primo messaggio Twitter è stato pubblicato il 21 marzo 2006 dall’attuale presidente del Consiglio di Amninistrazione della società , Jack Dorsey: solo nel 2010 ne sono stati inviati complessivamente oltre 25 miliardi. Il gruppo ha sede a San Francisco, in California, impiega oltre 370 persone, e continua ad assumere. (ANSA).
RL/ S0A QBXB