Comunicazione

15 marzo 2011 | 14:45

RAI: COSTANZO, GIUSTO SU ALTRA RETE CONDUTTORE DIVERSO DA SANTORO

RAI: COSTANZO, GIUSTO SU ALTRA RETE CONDUTTORE DIVERSO DA SANTORO

(AGI) – Roma, 15 mar. – “Michele Santoro la pensa proprio in un certo modo ed e’ giusto che, se il servizio pubblico ospita il suo talk, proponga un’altra sera, su un’altra rete, un conduttore che la pensa diversamente. E poi Michele ci patisce, non gioca con i conflitti, l’altro giorno mi ha detto ‘Non ce la faccio piu””. Cosi’ Maurizio Costanzo sul numero di ‘Chi’ in edicola domani presentando il suo nuovo programma “Maurizio Costanzo talk” parla del collega e amico, conduttore di ‘Annozero’. E a proposito della censura aggiunge: “Se un conduttore ha una divergenza con il suo editore e si viene a sapere, diventa un martire. Una volta scrissi un messaggio a un collega che era stato censurato: ‘Che fortuna hai avuto!’”. Della mancata presenza nel cast del “Maurizio Costanzo talk” di Ingrid Muccitelli, compagna del direttore generale della Rai Mauro Masi, Costanzo dice: “A me andava bene, ma lei all’ultimo ci ha ripensato. Io non l’ho sostituita, questo posto resta suo, se vuole venire…”. Magari temeva attacchi per il legame con Masi? “E cosa deve fare, non lavorare piu’? Mi batto contro questa mentalita’, la ragazza e’ brava e deve essere giudicata per quello che sa fare”. Degli ascolti del programma, Costanzo spiega: “Siamo partiti secondo le aspettative e possiamo crescere: ne riparliamo fra un mese, me lo concedete?”. (AGI) Vic