Radio

16 marzo 2011 | 9:53

Sole24Ore/ La radio in pareggio dopo 11 anni

Sole24Ore/ La radio in pareggio dopo 11 anni
Crescono e-commerce, ricavi digitali e business unit online

Roma, 15 mar. (TMNews) – Per la prima volta dopo 11 anni, Radio24-Il Sole 24 ore è in sostanziale break even al netto degli ammortamenti. Lo si legge nel comunicato sui risultati diffuso questa sera dalla società  sui risultati di bilancio al 31 dicembre 2010.

I ricavi di Radio 24, si legge nella nota, crescono dell`8,5% rispetto all`esercizio precedente, grazie ai ricavi pubblicitari che segnano una crescita dell`8,8% superiore a quella registrata dal mercato (+7.7% Fonte Nielsen). I volumi pubblicitari sono in crescita del 10,3% rispetto al 2009, il doppio rispetto alla crescita del mercato (Fonte dati Nielsen). L’andamento dei ricavi, insieme alle azioni di contenimento dei costi principalmente redazionali, hanno portato la Radio vicino a un sostanziale break even al netto dell`ammortamento delle frequenze, che incide per 3,4 milioni di euro.

Fra gli altri settori in attivo, la nota segnala la business unit Cultura che nel corso del 2010 ha conseguito ricavi in crescita del 41,5%, grazie al successo di alcune mostre, tra cui in particolare “Il sogno si avvicina” di Salvador Dalì che ha totalizzato a Palazzo Reale oltre 330 mila visitatori, al terzo posto tra le più visitate di sempre a Milano.

La business unit online registra ricavi in forte crescita a +48,4% rispetto al 2009, frutto dell`ottimo trend di raccolta pubblicitaria, del lancio di nuovi progetti quali Fondi24 online e dell`ottimo andamento della raccolta su Tablet, oltre ai ricavi generati da contenuti a pagamento su Tablet, PC e Banche Dati.
Sul fronte iPad in particolare, nel 2010 Il Sole 24 Ore ha registrato 150.000 download delle sue applicazioni, tra cui lo sfoglio del quotidiano, il magazine iPad only la Vita nòva e l`applicazione Finanza&Mercati.

Per l`attività  di e-commerce si segnala una crescita del transato su Shopping24 a 14 milioni di euro (+13%), che comprende non solo prodotti del Gruppo (94% del valore) ma anche una quota di prodotti di terzi (6%), in crescita significativa grazie a partnership commerciali avviate con attori che operano in categorie non presidiate dal Gruppo (es. Hoepli.it, Yoox, Saldi Privati, Bow.it, Vini24).

I ricavi digitali (software, editoria elettronica e servizi telematici), che rappresentano oltre il 45% del totale dei ricavi dell`area, registrano una crescita del 4,4% a dati comparabili.
Da evidenziare la progressione dei ricavi da editoria elettronica (+3,5%) sostenuta sia da un impegno costante e significativo in termini di innovazione di prodotto, editoriale e tecnologico, finalizzato a rispondere tempestivamente ed efficacemente all`evoluzione dei modelli di consumo del target di riferimento, sia dallo sviluppo di offerte di sistema.

La nota segnala inoltre la crescita del 7,9% fatta registrare da Radiocor, in particolare sulla linea di prodotto Servizi Editoriali Diversificati.