Editoria, New media, Televisione

16 marzo 2011 | 14:59

EDITORIA: FORMAT SU LEGALITA’ PER TV LOCALE STORICA NAPOLI

EDITORIA: FORMAT SU LEGALITA’ PER TV LOCALE STORICA NAPOLI

(AGI) – Napoli, 16 mar. – “E’ un settimanale di informazione televisiva con una nuova chiave di lettura, un rotocalco sperimentale che puntera’ quasi esclusivamente sulla cronaca cittadina, con un titolo emblematico, ‘L’ora legale’, che sta a significare che noi puntiamo sulla legalita’”. Con queste parole Gianni Ambrosino, direttore del telegiornale di Canale 21, storica emittente televisiva privata campana e tra le prime a trasmettere in Italia, presenta un nuovo format che andra’ in onda da domani, ogni giovedi’, nella prima fascia serale. Il programma, nato da un’idea dell’attore Patrizio Rispo e dello stesso Ambrosino, ha l’obiettivo di discutere con spirito propositivo i problemi di Napoli e della Campania, mettendo in risalto anche personaggi emergenti e iniziative positive. Servizi e inchieste realizzate dalla redazione del telegiornale saranno lo spunto per discutere in studio con politici, esponenti delle istituzioni e protagonisti della cronaca. Per ‘L’ora legale’ anche una postazione internet e un indirizzo di posta loralegale@gmail.com tramite il quale i telespettatori potranno interagire nel corso del dibattito in studio, ponendo domande o esprimendo opinioni. I testi saranno curati dall’ex cronista del quotidiano “Il Mattino” Enzo Ciaccio che sottolinea come in un periodo di crisi dell’informazione e’ necessario “rilanciare la cronaca, il racconto e il confronto sui fatti, cercando di essere quanto piu’ e’ possibile propositivi”. La conduzione e’ affidata all’attore Patrizio Rispo. “La nostra scommessa -dice- e’ quella di riuscire a fare qualcosa per questo territorio, soprattutto accorciando la distanza tra i cittadini e i fatti che racconteremo”. Si parte domani con una puntata dedicata ai temi del disagio giovanile. Tra le inchieste proposte, anche la storia di Cristofaro Oliva, il ragazzo napoletano scomparso la notte del 17 novembre 2009, un giallo ancora non risolto. (AGI) Na1/Lil