Scelte del mese

21 marzo 2011 | 11:16

Web gratis, ‘mobile’ a pagamento

La formula di Rcs funziona: 2 milioni e mezzo di lettori al giorno su ‘Corriere.it’ e ‘Gazzetta.it’, un milione di download e 50mila abbonati alle ‘app’ per smartphone e tablet.
Sta dando buoni risultati la strategia di sviluppo in campo digitale di Rcs MediaGroup. Una strategia fondata su due pilastri: sul web l’offerta di contenuti gratuiti sostenuti dalla pubblicità  on line; sugli apparecchi mobili (telefonini e tablet pc) prodotti rigorosamente a pagamento. “Ci siamo affermati come primo gruppo editoriale di informazione su Internet in Italia, con oltre 2 milioni e mezzo di lettori on line unici al giorno, secondo i dati di Audiweb, tra Corriere.it, Gazzetta.it e i magazine”, afferma Giorgio Riva, direttore generale di Rcs Digital, la società  che sovrintende alle attività  del gruppo nei media digitali. “Anche la pubblicità  sta andando molto bene: nel 2010 la nostra raccolta è cresciuta più della media del mercato”. Una delle chiavi del successo on line di Rcs sono i video. “Nel 2010 su Corriere Tv e Gazzetta Tv abbiamo registrato 200 milioni di streaming video, il 40% in più rispetto ai 140 milioni del 2009″, dice Riva. “Ogni giorno proponiamo in media cinque ore di offerta fresca, una quantità  veramente importante, paragonabile a quella di un canale televisivo”. Tra le ultime novità  di Corriere Tv c’è il video cartoon ‘Tre minuti una parola’ (ne abbiamo parlato sullo scorso numero, a pag. 36), interpretato e curato da Beppe Severgnini, una delle principali firme del Corriere della Sera e tra i più attivi su Internet. “La nuova rubrica sta avendo un’ottima audience e testimonia il continuo lavoro che facciamo per arricchire la nostra offerta non solo in termini quantitativi ma anche qualitativi”, spiega il direttore generale di Rcs Digital.

L’articolo integrale è sul mensile ‘Prima Comunicazione’ n. 415 – marzo 2011