Scelte del mese

21 marzo 2011 | 12:33

Valzania torna in pista a Radio Rai

Tre giorni prima della sentenza del Tribunale del lavoro a cui Sergio Valzania aveva fatto appello dopo il sollevamento dalla direzione di Radio 2 e Radio 3, il 23 febbraio il Cda della Rai lo ha nominato vice direttore della radiofonia. Così facendo Viale Mazzini ha evitato di portare a termine il ricorso d’urgenza del suo dirigente ma non la causa per danni che Valzania ha comunque intenzione di presentare nei confronti dell’azienda.     Il suo ritorno ai vertici della radiofonia pubblica arriva in un momento particolarmente delicato con la rilevazione dei dati delle emittenti nazionali bloccata da quasi due anni per uno scontro tra i componenti del consiglio di amministrazione di Audiradio. “Siamo attoniti perché di fronte a risultati non graditi da parte di qualcuno, il gran lavoro e l’investimento economico profuso per migliorare la rilevazione è stato messo in discussione”, spiega Valzania. “La posizione della Rai è chiara: non siamo disponibili a tornare indietro come se nulla fosse stato fatto. E mentre c’è chi vorrebbe tornare alla vecchia e imprecisa rilevazione telefonica Cati, noi guardiamo avanti auspicando di avere al più presto un meter. Ma per arrivare a questo obiettivo occorre per forza passare dalla selezione di un panel condiviso”. Insieme a Radio Rai anche i principali gruppi editoriali del Paese come L’Espresso, 24 Ore e Mondadori e il mondo pubblicitario rappresentato dall’Upa, sono convinti che occorra superare i limiti della Cati.

L’articolo integrale è sul mensile ‘Prima Comunicazione’ n. 415 – marzo 2011