TLC

21 marzo 2011 | 13:02

TELECOM: DELOITTE, CASO SPARKLE COSTATO 425,2 MLN

TELECOM: DELOITTE, CASO SPARKLE COSTATO 425,2 MLN
PER EVITARE CASI SIMILI CREATO COMITATO
MILANO
(ANSA) – MILANO, 21 MAR – Il caso Sparkle è costato a Telecom 425,2 milioni di euro. Deloitte, si legge nella relazione sulla corporate governance, ha rilevato in capo a Telecom Italia Sparkle costi fiscali (per Iva indetraibile, sanzioni e interessi) per complessivi 418 milioni di euro, oltre ad altri costi collegati alla vicenda per circa 7,2 milioni di euro, in particolare costi per fidejussioni rilasciate in relazione ai procedimenti penali in corso, costi per consulenze legali e altre correlate all’indagine penale e costi per incentivi e bonus riconosciuti a livello di gruppo Telecom Italia. Per evitare un nuovo ‘caso Sparkle’, Telecom ha attivato uno speciale comitato (costituito a giugno e presieduto dal direttore finanziario) che deve vigilare su quelle carenze che sono state definite ‘material weakness’. (SEGUE).
BF/ S0A QBXB

TELECOM: DELOITTE, CASO SPARKLE COSTATO 425,2 MLN (2)
MILANO
(ANSA) – MILANO, 21 MAR – Dello speciale comitato per il controllo interno di Telecom fanno parte, oltre al direttore finanziario, anche i responsabili delle funzioni Fiscalità  e amministrazione, contabilità  e bilancio, il presidente di Telecom Italia Audit and compliance services, i responsabili delle direzioni Domestic market operations e Technology and operations, il General counsel, il responsabile della funzione Corporate finance legal affairs, il responsabile della funzione Human resources and organization. Il comitato, precisa la relazione sulla Corporate governance, ha il compito di definire le procedure e i processi per assicurare, tra le altre cose, che tutte le informazioni disponibili relative a casi di sospetta frode fiscale riguardanti il gruppo siano tempestivamente fornite. Tornando all’area di indagine del progetto Greenfield (l’indagine interna di Telecom su Sparkle, funzione security, carte prepagate, vendite anomale e irregolari) su richiesta della Consob Telecom precisa che “l’analisi di Deloitte non ha riguardato i fatti e i rapporti direttamente oggetto delle indagini dell’autorità  giudiziaria, né nell’ambito del progetto Greenfield, né nel contesto della documentary investigation di cui è stato riferito nella relazione sul governo societario e gli assetti proprietari dello scorso anno” proprio perché ci sono delle indagini ancora pendenti.(ANSA).
BF/ S0A QBXB