TELECOM: DA CDA NO AD AZIONE RESPONSABILITA’ PER INCERTEZZA ESITO

TELECOM: DA CDA NO AD AZIONE RESPONSABILITA’ PER INCERTEZZA ESITO

(AGI) – Milano, 21 mar. – Il ‘no’ del consiglio di amministrazione di Telecom Italia alla promozione di un’azione di responsabilita’ nei confronti della precedente gestione e’ stato dettato, tra le altre cose, dall'”incertezza del risultato” e dai “possibili riflessi negativi, sia in termini economici sia in termini reputazionali, che la societa’ avrebbe potuto subire a fronte della prolungata attenzione mediatica su fatti del suo passato”. Lo si legge nella relazione sulla corporate governance di Telecom relativa al 2010.

Nel prendere la decisione, il consiglio ha “tenuto conto” anche della “mancanza di precedenti giurisprudenziali”, della “dificolta’” nell’individuare un nesso causale fra i costi sostenuti e le condotte degli ex amministratori esecutivi e dell'”incertezza nell’esatta identificazione dei costi qualificabili come danno risarcibili”. La decisione di non procedere all’azione di responsabilita’ – ricorda il rapporto – ha avuto la “totale contrarieta’” del consigliere Luigi Zingales.

Su richiesta della Consob, si precisa che “l’azione di responsabilita’ puo’ essere esercitata entro cinque anni dalla cessazione dell’amministratore dalla carica”. (AGI) Mi3/Car

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on Google+

Articoli correlati

Mai parlato con Niel della partecipazione di Iliad in Telecom, dice De Puyfontaine. E su Mediaset: per ora nessuna collaborazione, ma in futuro…

Vivendi acquista un ulteriore 0,86% di azioni Telecom. Jp Morgan limita la sua partecipazione al 9,9%

Tiscali: dimissioni per il Cda e il collegio sindacale al termine del processo di fusione con Aria. Convocata per il 16 febbraio l’assemblea dei soci