Rai/ Usigrai: con nomina Tg2 si va verso informazione omologata

Rai/ Usigrai: con nomina Tg2 si va verso informazione omologata
Situazione grave, serve assunzione di responsabilità 

Roma, 23 mar. (TMNews) – Con la nuova nomina al Tg2 “lo scenario che si profila in Italia e’ quello di un 75% d’informazione televisiva omologata e permeata di solo berlusconismo, con le voci di dissenso, anche di centrodestra, relegate negli scantinati. Ciò in un contesto in cui gia’ ci sono tante vertenze per demansionamento”. Lo dichiara Carlo Verna, segretario Usigrai.

“Una situazione di eccezionale gravità  – prosegue – che richiede un’eccezionale assunzione di responsabilità  con conseguente iniziativa da parte delle istituzioni e della politica”.

“Ricordate il ” mi difendero’ in tv” ? – spiega Verna -. Al proclama di Berlusconi sta per seguire in Rai un’ ulteriore giro di vite. Il nome del successore di Mario Orfeo al Tg 2 sta per uscire dal bussolotto del conflitto di interessi. Il pluralismo e’ lo scopo sociale di un servizio pubblico, dunque la nostra ragione di esistenza e va difeso con tutte le forze.
Noi giornalisti manterremo la schiena dritta,ma l’appello e’:’Non lasciateci soli!'”.

Red/Mdr

231516 mar 11

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on Google+

Articoli correlati

Il presidente iraniano Rohani: statue coperte? E’ solo un caso giornalistico

Padre Ciro Benedettini lascia la vicedirezione della sala stampa vaticana dopo 22 anni di servizio

Convocata per le 14:30 di oggi un’assemblea del Cdr di Rainews con Usigrai e Fnsi