Editoria

23 marzo 2011 | 16:30

PAGINE SI’!: PELLERUCCI, IL MERCATO E’ FERMO, NOI INNOVIAMO E CRESCIAMO

PAGINE SI’!: PELLERUCCI, IL MERCATO E’ FERMO, NOI INNOVIAMO E CRESCIAMO

(ASCA) – Bergamo, 23 mar – Tassi di crescita a doppia cifra per il gruppo Pagine Si’. Il principale competitor italiano di Seat Pg nel settore degli annuari telefonici ha infatti archiviato il 2010 facendo resgitrare una raccolta pubblicitaria pari a 26 milioni di euro, in aumento dell’11% rispetto all’anno precedente. Un trend senza dubbio positivo per un gruppo che fa delle inserzioni pubblicitarie la componente principale del proprio giro d’affari. ”Il mercato pubblicitario e’ fermo, ma noi continuiamo a crescere”, commenta con soddisfazione Sauro Pellerucci, presidente della societa’ di Terni, rivelando qual’e’ il segreto del successo di Pagine Si’: ”Unire tradizione e innovazione”. Vale a dire la tradizione del supporto cartaceo coniugato alle innovazioni offerte dalle tecnologie di ultima generazione. A partire dall’idea di inserire sulle stesse pagine dell’elenco diverse Microsoft Tag, per permettere agli utenti di Elenco Si’! di essere trasferiti in tempo reale sul sito internet personalizzato di una determinata azienda fotografando con il proprio smart Phone il pittogramma pubblicato accanto all’inserzione. Oppure come la nuova frontiera del 3D, utilizzata da Pagine Si’! per le copertine e alcune inserzioni delle sue 63 edizioni distribuite ad oltre 6 milioni di clienti su tutto il territorio nazionale. Non e’ dunque casuale se, cercando i riferimenti di un’azienda o di un servizio su google, il motore di ricerca piu’ popolare tra gli internauti, Elenco Si’! compare sempre tra le prime posizioni. ”Crediamo fortemente nelle nuove tecnologie – spiega Pellerucci – e tutto cio’ determina grande attenzione sui contenuti da parte dei nostri clienti”. Il che, pero’, non significa affatto abbandonare il tradizionale supporto cartaceo. ”La carta – e’ la scommessa di Pellerucci – continuera’ a rappresentare un punto di riferimento forte per tutti i cittadini e in particolare per quella fascia che non ha ancora accesso alle nuove tecnologie”. Un approccio con il mercato ”sano” anche sotto il profilo finanziario per un gruppo che, assicura il presidente Pellerucci, preferisce puntare su una crescita economica reale piu’ che scommettere sugli strumenti della finanza. Tanto che la quotazione in Borsa non rientra, per il momento, nell’orizzonte di Pagine Si’!: ”Non la escludiamo – chiarisce Pellerucci – ma siamo un’azienda capace di generare continuamente cash flow e percio’ non vedo la Borsa come un’opportunita’ di crescita. Siamo un gruppo sano, non essere quotati ci permette una visione piu’ a lungo termine e non legata al nervosimo quotidiano dei mercati”.

fcz/mau/rob