Editoria, Televisione

24 marzo 2011 | 15:29

RAI: CDR USCENTE TG1 ATTACCA, ECCO IL TG SECONDO MINZOLINI

RAI: CDR USCENTE TG1 ATTACCA, ECCO IL TG SECONDO MINZOLINI
I CASI RACCOLTI IN UN LIBRO BIANCO CHE ANDRA’ A VERTICI AZIENDA
ROMA
(ANSA) – ROMA, 24 MAR – ‘Il Tg1 secondo Minzolini’, ovvero una serie di casi, da giugno 2009 a marzo 2011, che dimostrano “le tecniche di disinformazione raffinate che caratterizzano la direzione di Minzolini”: così il cdr uscente del Tg1, composto da Alessandra Mancuso, Alessandro Gaeta e Claudio Pistola definisce il libro bianco, “frutto di un lavoro collettivo”, che ha presentato oggi nella sede della Federazione nazionale della stampa a Roma e che sarà  consegnato dall’Usigrai ai vertici dell’azienda, attraverso la direzione Risorse umane. “La redazione del Tg1 – ha sottolineato Alessandra Mancuso – é fatta di straordinarie professionalità  e in periodi di crisi, come quello che stiamo vivendo a livello internazionale, sa dare il meglio di sé. Non a caso in questi momenti vengono richiamati in servizio fior di professionisti spesso tenuti ai margini: sono tante le storie di demansionamento”. Il libro bianco mette piuttosto nel mirino “la linea editoriale del tg: i servizi rispondono, infatti, alle indicazioni della dirigenza”. A titolo esemplificativo, il cdr uscente ha consegnato undici cartelle con l’elenco dei casi del mese di gennaio 2011, “uno spaccato di faziosità  e di omissioni – ha aggiunto Mancuso – o, per dirla con Maria Luisa Busi (presente alla conferenza stampa, ndr) – di dirottamento del Tg1 da tg istituzionale a strumento di propaganda”. Il testo è stato consegnato oggi alla Fnsi, rappresentata dal segretario Franco Siddi e dal presidente Roberto Natale, presenti il segretario Usigrai Carlo Verna e il segretario di Stampa romana Paolo Butturini. Oltre che all’opinione pubblica e ai vertici dell’azienda, il libro bianco viene idealmente consegnato anche al nuovo cdr della testata, appena eletto dalla redazione con una larghissima partecipazione, composto da Attilio Romita, Simona Sala e Alessio Rocchi. (segue).
MAJ/ S0A QBXB