RAIWAY: UTILE NETTO IN CRESCITA E MAGGIORI INVESTIMENTI

RAIWAY: UTILE NETTO IN CRESCITA E MAGGIORI INVESTIMENTI
(ASCA) – Roma, 28 mar – Il Consiglio di Amministrazione di Rai Way, la societa’ del gruppo RAI che gestisce le reti e gli impianti di trasmissione e diffusione, ha approvato, nei giorni scorsi, la proposta di bilancio 2010. La proposta, che verra’ quanto prima sottoposta all’approvazione dell’Azionista unico RAI, presenta – precisa un comunicato – un risultato positivo di assoluto rilievo: un margine operativo lordo di 81.9 milioni di Euro, un risultato operativo di 35.4 milioni di Euro, un utile ante imposte di 33.8 milioni e infine un utile netto di 22.1 milioni. L’utile netto del 2010 si confronta positivamente con quello del 2009 (15 milioni) e con quello del 2008 (19.7 milioni). Gli investimenti realizzati nel 2010, soprattutto al servizio del progetto Tv digitale terrestre, sono stati pari a 88 milioni di euro (contro i 74.7 dell’anno precedente). Si conferma cosi che Rai Way riesce a produrre, anche in una fase congiunturale non favorevole per il comparto delle telecomunicazioni, risultati costantemente positivi e in crescita. Il fatturato complessivo e’ stato infatti di 223.4 milioni, di cui 38.4 milioni (pari al 17.2%) provenienti da clienti esterni al Gruppo RAI. In proposito, si segnala che l’impegno della societa’ e’ stato quello di incrementare l’ospitalita’ verso clienti broadcast nazionali e regionali, in particolare in connessione con la transizione alla Tv digitale terrestre, in modo da compensare la tendenza degli operatori di telecomunicazioni a contenere il ricorso al tower rental.
com/rf/rl

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on Google+

Articoli correlati

Mai parlato con Niel della partecipazione di Iliad in Telecom, dice De Puyfontaine. E su Mediaset: per ora nessuna collaborazione, ma in futuro…

Vivendi acquista un ulteriore 0,86% di azioni Telecom. Jp Morgan limita la sua partecipazione al 9,9%

Tiscali: dimissioni per il Cda e il collegio sindacale al termine del processo di fusione con Aria. Convocata per il 16 febbraio l’assemblea dei soci