Comunicazione

30 marzo 2011 | 16:07

RAI: NOMINE; CDR RAI PARLAMENTO, DUE PESI E DUE MISURE

RAI: NOMINE; CDR RAI PARLAMENTO, DUE PESI E DUE MISURE
SERVE INCONTRO URGENTE CON VERTICI SU FUTURO TESTATA
ROMA
(ANSA) – ROMA, 30 MAR – Il comitato di redazione di Rai Parlamento esprime “sconcerto per le notizie trapelate sulle agenzie di stampa. A quanto pare, infatti, il CdA della Rai voterà  domani la nomina del direttore del Tg2. Ci fa piacere per i colleghi, ma allo stesso tempo non possiamo non tacere davanti a questo ennesimo schiaffo che l’azienda ci ha voluto dare. Amareggiati, infatti, costatiamo che in Rai vale la regola dei due pesi e delle due misure”. “Da quasi sei mesi – ricorda il cdr di Rai Parlamento in una nota – aspettiamo una direzione non a interim ma pienamente operativa e un piano editoriale che ci faccia guardare con serenità  al futuro. Da quasi sei mesi chiediamo, inascoltati, che ci venga concesso questo ‘favore’. Niente da fare. Da Viale Mazzini per noi sono arrivati soltanto silenzi e, in qualche caso, parole di circostanza. Le ultime meno di due settimane fa, quando il cdr di Rai Parlamento ha incontrato il direttore delle Relazioni Industriali dell’Azienda alla presenza del segretario Usigrai Carlo Verna. E’ stato un confronto franco in cui abbiamo ribadito le nostre esigenze: la nomina di un direttore, un piano editoriale e più risorse umane per sostenere la produttività  della testata”. “A questo punto, con fermezza, chiediamo un incontro urgente alla direzione generale della Rai e ai membri al consiglio di amministrazione – conclude la nota – per capire quali siano le reali intenzioni dell’azienda sul futuro della nostra testata”. (ANSA).
COM-MAJ/ S0A QBXB